“Chiara Ferragni è in depressione post partum” scoppia la bomba sui social

“Chiara Ferragni è in depressione post partum” scoppia la bomba sui social
Yeslife CULTURA E SPETTACOLO

A seguito delle sue dichiarazioni, tutti hanno espresso il proprio parere e c’è chi si è schierato contro di lei senza pensarci una seconda volta.

Sui social fanno giustamente notare che anche lei non ha fatto esattamente il suo, diagnosticandole una malattia sui social pur non essendo dottoressa.

“Chiara Ferragni è in depressione post partum” scoppia la bomba sui social.

L’imprenditrice digitale ha risposto a tono alla giornalista che l’ha accusata di essere poco lucida per questo. (Yeslife)

Su altri giornali

«Nessuno dei nostri operatori - spiega in una nota - ha chiesto alla signora se fosse la nonna di Fedez. Perché dopo le mie storie di critica alla gestione dei vaccini di ieri, un addetto alla vaccinazione ha chiamato nonna Luciana, 90 anni, chiedendo: Lei è la nonna di Fedez? (ilGiornale.it)

Chiara Ferragni additata come affetta da depressione post partum dopo la polemica sulla Regione Lombardia. L’imprenditrice digitale è stata bersagliata da diverse polemiche e attacchi sui social dopo il lungo post scritto nella giornata di venerdì in merito alla questione vaccini in Lombardia. (Thesocialpost.it)

L’accusa della giornalista. Tra gli innumerevoli interventi sulla questione Ferragnez e Regione Lombardia, si inserisce quello della giornalista Mariagiovanna Maglie che, nel tentativo di screditare Chiara Ferragni, parla di una depressione post parto che in qualche modo interferirebbe nel pensiero dell’influencer:. (SoloDonna)

Chiara Ferragni e Fedez e il vaccino: insultano, ma devono ringraziare che la nonna è curata in Lombardia

Sempre la vecchia storia di fare il proprio mestiere (si fa per dire)…”. “La depressione post partum di Chiara Ferragni produce denunce politiche feroci alla Lombardia. (Il Fatto Quotidiano)

«Questa - ha commentato Fedez - è la modalità Lombardia: cercare di tappare i buchi trovando delle soluzioni che non siano uguali per tutti e mettano a tacere le polemiche in un sistema che fa acqua da tutte le parti». (L'Arena)

Se la nonna di Federico, per esempio, avesse avuto la residenza in Toscana, il vaccino l'avrebbe visto verso fine maggio, inizio giugno. Qui in Lombardia, invece, nonostante la continua e pressante campagna denigratoria, le cose per gli over 80 sono messe molto meglio che da altre parti. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr