Astrazeneca, Galli: "Non indispensabile la seconda dose". L'Umbria blocca i richiami per gli under

Astrazeneca, Galli: Non indispensabile la seconda dose. L'Umbria blocca i richiami per gli under
Approfondimenti:
Giornale di Sicilia INTERNO

Ma nella maggioranza di coloro che fanno la vaccinazione - conclude Galli - anche la singola dose è in grado di sviluppare una risposta immunitaria importante".

"Molte delle persone che recentemente si sono vaccinate con AstraZeneca, se hanno sviluppato gli anticorpi, non è indispensabile che facciano la seconda dose".

Intanto, l'Umbria ha deciso di sospendere "precauzionalmente" per "la giornata odierna" le somministrazioni di seconde dosi di vaccino AstraZeneca a tutti i soggetti di età inferiore a 60 anni. (Giornale di Sicilia)

La notizia riportata su altre testate

Sono 116 - è stato spiegato - le farmacie che hanno aderito alla campagna. «Essendo capillarmente distribuite sul territorio regionale - ha proseguito D'Angelo - le farmacie assicureranno un'ulteriore forma di adesione all'intervento vaccinale». (LA NAZIONE)

Il direttore della Sanità umbra, Massimo Braganti, ha spiegato che si sta completando la trasmissione dei dati, così da poter verificare caso per caso i motivi. Attualmente circa il 5% degli operatori socio-sanitari in Umbria risulta non vaccinato, mentre il 75% (24. (TuttOggi)

Così i singoli ospedali: Perugia 25 ricoveri (invariato) di cui 5 (invariato) in intensiva; Pantalla 12 ricoveri (invariato), nessuno in intensiva; Terni 10 ricoveri (invariato), nessuno in intensiva. In base a tali numeri, gli attuali positivi al virus in Umbria sono 1.125 (-26). (umbriaON)

Astrazeneca, Crisanti: Cts deve assumersi responsabilità per ok a under 60

La decisione e’ stata annunciata dal commissario per l’emergenza Covid in Umbria, Massimo D’Angelo, in attesa del pronunciamento del Comitato tecnico scientifico (Cts) anche sul possibile cambio di farmaco per i richiami. (il Fatto Nisseno)

LE 'CLASSIFICHE' - Per quanto riguarda le vaccinazioni, secondo i dati riportati dalla Regione, l’Umbria è al primo posto per la vaccinazione dei novantenni e settantenni, al secondo posto per gli ottantenni "Un intervento vaccinale di supporto con le farmacie - dice Massimo D'Angelo, commissario umbro all'emergenza Covid - e il vaccino appropriato, dunque Johnson&Johnson (vaccino monodose, ndr)". (PerugiaToday)

Così a LaPresse il microbiologo dell’Università di Padova Andrea Crisanti ‘Preferenzialmente’ significa in preferenza, in assenza di alternative. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr