Inflazione Usa al 7%, come 40 anni fa

ilGiornale.it ECONOMIA

Aveva già capito tutto Celentano negli anni Settanta, all'epoca di Svalutation: l'inflazione è una brutta bestia, specie per chi lavora.

Main Street tira insomma la cinghia, mentre Wall Street continua a festeggiare

Per chi dà ancora per buoni i dettami della regola di Taylor, i tassi dovrebbero essere già al 4,15%.

Quarant'anni fa l'inflazione era agli stessi livelli di adesso, ma bisogna coglierne le differenze. (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altri giornali

Le richieste di sussidi restano comunque al di sotto del livello pre-pandemico, suggerendo la ripresa del mercato del lavoro verso l'obiettivo della Fed. Come nella seduta di mercoledì, i principali listini di Wall Street scambiano in rialzo con , e che guadagnano tra lo 0,2% e lo 0,4%, mentre il avanza del +0,7% (Investing.com)

Parliamo, a conti fatti, dell’inflazione più alta che gli USA si trovano ad affrontare da 40 anni a questa parte anno su anno. E che se $BTC e compagnia rimarranno legati anche all’andamento dei mercati azionari, potrebbero avere l’ombrello che stavano cercando da anni (Criptovaluta.it)

Poi, quando il tasso di interesse di riferimento della Federal Reserve raggiunse il 19% nel 1981, iniziò una recessione molto più profonda. Più del 1982, due casi precedenti in cui l'inflazione ha raggiunto il 7% potrebbero contenere lezioni più utili per i giorni nostri (Milano Finanza)

— — — —. Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente Il record di ieri, l’inflazione più alta dal 1982, rischia di essere battuto presto. (Il Sussidiario.net)

Pubblicato l'indice dei prezzi alla produzione, all'indomani della diffusione dell'indice dei prezzi al consumo, entrambi relativi al mese di dicembre. Gli economisti intervistati da Dow Jones avevano previsto un calo a 200.000 unità, rispetto alle 207. (Finanzaonline.com)

Il CPI core era atteso in rialzo del 5,4% su base annua e del +0,5% su base mensile. Gli analisti intervistati da Dow Jones avevano previsto un balzo del 7% su base annua, al tasso più forte dal 1982, per l’appunto, e una crescita dello 0,4% su base mensile. (Wall Street Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr