Zingaretti dichiara lo stato di calamità naturale per emergenza idrica

Zingaretti dichiara lo stato di calamità naturale per emergenza idrica
Rieti Life INTERNO

“L’emergenza climatica non è un problema del futuro, ma del presente – ha detto Zingaretti – vediamo cosa sta succedendo in tutta Italia e dobbiamo muoverci anche noi.

Il governatore della regione Lazio Nicola Zingaretti ha dichiarato lo stato di calamità naturale per l’emergenza idrica nella regione.

Foto: RietiLife

Lo stato di calamità servirà ad adottare immediatamente le prime misure, ad invitare i sindaci alle prime misure di contenimento perché dobbiamo prepararci a una situazione che sarà molto critica e dovrà basarsi sul risparmio idrico da tutte le attività, a cominciare dai consumi familiari, però anche alla ricerca di forme di approvviggionamento e di presenza vicino alle amministrazioni comunali”. (Rieti Life)

La notizia riportata su altri media

Il documento, con il quale viene chiesto anche il riconoscimento dello stato di emergenza, parla di "una diffusa e generalizzata criticità connessa alla scarsità di risorsa idrica, dovuta alla mancanza di piogge autunnali aggravatasi eccezionalmente nei primi mesi dell'anno”. (Sky Tg24 )

26 febbraio 2014, n. 2 art. È stato di calamità nel Lazio per la siccità. (ilmessaggero.it)

A causa dell'allarme siccità, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha firmato il decreto che proclama lo «Stato di calamità naturale» per l'intero territorio regionale, fino al 30 novembre 2022, nonché la richiesta di riconoscimento dello «stato di emergenza». (leggo.it)

Siccità, il presidente Zingaretti firma il decreto: proclamato lo stato di calamità nel Lazio

In questo modo è possibile risparmiare circa 2.500 litri di acqua per persona all’anno. Le 10 indicazioni per il risparmio idrico in casa. 1) Elettrodomestici – Utilizzare lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico. (Il Faro online)

di Redazione Roma. Il testo: «Fino al 30 novembre per la gestione dell’emergenza idrica e per il sostegno alle popolazioni e alle attività produttive sono indispensabili misure di natura straordinaria ed emergenziale». (Corriere Roma)

Con il provvedimento si decreta anche di prendere atto che "per la gestione dell'emergenza idrica e per il sostegno alle popolazioni e alle attività produttive sono indispensabili misure di natura straordinaria ed emergenziale” e di richiedere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile, "di valutare la dichiarazione dello ‘stato di emergenza’, ai sensi dell'articolo 24, comma 1, del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. (LatinaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr