Complotto contro il re, ai domiciliari il principe Hamza. «Non obbedirò»

Complotto contro il re, ai domiciliari il principe Hamza. «Non obbedirò»
Avvenire ESTERI

L'Ue sostiene pienamente il re Abdallah II e il suo ruolo di moderazione nella regione"

Hamza parla di punizione per la sua partecipazione a incontri dove il re è stato criticato.

Da Ue e Usa sostegno a re Abdallah. Dall'Unione Europea pieno appoggio al re di Giordania.

Hamza era stato privato nel 2004 del titolo di principe ereditario da re Abdallah, cinque anni dopo che questi era salito al trono dopo la morte del loro padre, re Hussein. (Avvenire)

Ne parlano anche altri media

Accusato di complotto contro re Abdallah II. Hamzah Bin Al Hussein (foto d'archivio Ansa). Condividi. Il principe Hamzah, accusato di complotto contro il fratellastro, il re della Giordania Abdallah II, ha detto che non obbedirà agli ordini, in una registrazione audio trasmessa su Twitter nella notte tra domenica e lunedì, lo riporta Ansa/Afp. (Rai News)

È figlio di re Hussein e di Noor, quarta moglie di origini americane. E quindi ha aggiunto di non essere stato accusato direttamente di aver espresso delle critiche. (Il Riformista)

Appoggio ad Abdallah è arrivato anche da Arabia Saudita, Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Israele Due gli alti ufficiali vicini al principe che sono stati arrestati, oltre ad altre 14-16 persone. (Il Fatto Quotidiano)

Giordania, il golpe fallito e lo zio a fare da mediatore nella sfida tra fratellastri

Appoggio ad Abdallah è arrivato anche da Arabia Saudita, Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Israele Hamza era stato privato nel 2004 del titolo di principe ereditario da re Abdallah, cinque anni dopo che questi era diventato dopo la morte del loro padre, re Hussein. (Il Fatto Quotidiano)

È già successo con Iraq, Siria, Yemen. Alla bisogna, caccia militari americani muovono da lì verso Siria, Iraq, o le acque internazionali al largo del Corno d’Africa, di volta in volta contro jihadisti sunniti, milizie iraniane, pirati somali. (Avvenire)

Dal canto suo, il re di Giordania ha deciso di risolvere i dissidi con il fratellastro ed ex principe ereditario Hamzah all’interno della famiglia e ha affidato il compito di mediare a suo zio, il principe Hassan. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr