Italia, l'Ocse alza le previsioni su pil e inflazione - MilanoFinanza.it

Milano Finanza ECONOMIA

A comunicarlo è direttamente l'Ocse, che ha rivisto sensibilmente al rialzo la stima di crescita del prodotto interno italiano rispetto al 4,5% ipotizzato.;

La crescita del pil del Paese nel corso del 2021 (prevista a +5,9%) sarà infatti più che doppia rispetto a quella tedesca (vista al +2,9% dal +3,3% di maggio scorso).

L'Italia batte la Germania, almeno per quest'anno.

(Milano Finanza)

Ne parlano anche altre fonti

Rispetto alle Prospettive economiche di maggio, l’Ocse ha rivisto le stime italiane al rialzo di 1,4 punti per il 2021 e al ribasso di -0,3 punti per il 2022. Ciò rappresenta un deficit di reddito reale di oltre 4. (ART News - Agenzia Stampa)

Rispetto alle Prospettive economiche di maggio, l’Ocse ha rivisto le stime italiane al rialzo di 1,4 punti per il 2021 e al ribasso di -0,3 punti per il 2022. Per quanto riguarda il Pil mondiale: dovrebbe crescere al 5,7% quest’anno e al 4,5% nel prossimo. (L'Eco Vicentino)

In un aggiornamento di interim del suo Economic Outlook, l'Ocse ha sostanzialmente confermato le previsioni di crescita globale, mentre ha rivisto al rialzo quelle sull'area euro e, limitatamente al 2021, sull'Italia. (DiariodelWeb.it)

briefing sulle notizie. Boone ha aggiunto che i tassi di vaccinazione rimangono diversi e molti paesi a basso reddito e mercati emergenti, ad eccezione della Cina, sono ancora in ritardo. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha dichiarato martedì che la ripresa economica globale dalla pandemia sta finalmente iniziando, ma ha ritrattato le sue previsioni per la crescita economica globale e ha avvertito che la ripresa sta avvantaggiando i paesi più ricchi più del mondo in via di sviluppo. (NbaRevolution)

MILANO – Il nuovo report dell’Ocse conferma una crescita nell’anno in corso, ma nel 2022 possibile una flessione rispetto a quanto ipotizzato nel documento precedente. (News Mondo)

Inoltre, per noi l’inflazione può essere particolarmente perniciosa, specialmente per gli effetti che può avere sulla composizione dei consumi. Sarebbe importante in questo senso avere un monitoraggio continuo che ci dica a che punto siamo rispetto al cronoprogramma. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr