Riforma delle pensioni: sindacati contrari al passaggio da quota 100 a 103

Riforma delle pensioni: sindacati contrari al passaggio da quota 100 a 103
Approfondimenti:
San Marino Rtv INTERNO

Attualmente, infatti, a San Marino è in vigore quota 100 e quindi si tratterebbe di un innalzamento marcato.

Il Segretario di Stato alla Sanità Roberto Ciavatta ha illustrato alle parti sociali la bozza di riforma delle pensioni.

Tutti e tre i sindacati ritengono necessario un ragionamento complessivo su tutte le riforme da fare, a partire da quella fiscale, per poter definire la riforma delle pensioni

Per Gian Luca Montanari, Segretario Generale Cdls, in “realtà non si tratta di una riforma ma di un provvedimento esclusivamente contabile. (San Marino Rtv)

Ne parlano anche altre testate

389.924 nuove pensioni nel primo semestre 2021. Dall’analisi dei dati elaborati dall’Inps emerge come la componente di sesso femminile sia predominante sul totale delle pensioni liquidate. Ne consegue così che le nuove pensioni liquidate agli uomini, secondo l’Inps, sono risultate di importo medio pari a 1.429 euro. (InvestireOggi.it)

La pensione dunque risulta mediamente più bassa proprio perché con Quota 100 è stato ridotto il numero degli anni di contributi necessari rispetto alla soglia contributiva del canale tradizionale per l'uscita anticipata: 42 anni e 10 mesi per gli uomini, 41 e 10 per le donne oltre a tre mesi di finestra mobile (Sky Tg24 )

Per le pensioni news uomini e donne, ecco l’odiosa ma reale disuguaglianza di genere. Pensioni news uomini e donne, ecco l’odiosa ma reale disuguaglianza di genere. La colpa, per questo divario, non è chiaramente in capo all’INPS. (InvestireOggi.it)

Riforma pensioni: i sindacati stroncano la bozza "Ciavatta" a partire da quota 103

Record di domande pensioni ai superstiti. Fatto curioso e che fa riflettere è che nel primo semestre 2021 vi è stato un incremento massiccio di pensioni ai supersiti. Di queste 119.827 si riferiscono a pensioni di reversibilità o indirette. (InvestireOggi.it)

L’accesso alla pensione è legato ad un meccanismo, introdotto dalla Legge Fornero, che prevede l’aumento dell’età pensionabile di 3 mesi ogni biennio (fino al 31 dicembre 2026 e poi di 2 mesi ogni biennio) per adeguamento all’aspettativa di vita Istat. (Orizzonte Scuola)

Per l'Usl manca una visione d'insieme e ci sono lacune e anomalie su temi come 'lavori usuranti, tutela delle donne, nuove generazioni”. La Cdls, in particolare, ha ribadito la richiesta di “una cabina di regia” con Governo e parti sociali che coordini l'avvio delle riforme strutturali (San Marino Rtv)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr