Un brocardo salva il Vaticano dalle accuse di pedofilia

Un brocardo salva il Vaticano dalle accuse di pedofilia
Più informazioni:
Domani ESTERI

E la Corte esclude che la circostanza possa ricorrere nel caso della pretesa mala gestio vaticana dei casi di pedofilia.

uella del brocardo è la consuetudine per la quale il giudice di uno stato non può chiamare innanzi a sé un altro stato, per chiedere ragione di un atto da questo compiuto.

La Santa sede può dunque tirare, almeno per ora, un sospiro di sollievo

Come rientrerebbero tra gli atti iure imperii quelli compiuti da un qualunque stato riguardo al rapporto – carriera, mansioni, istruzioni, cessazione del rapporto, etc. (Domani)

Se ne è parlato anche su altre testate

I ricorrenti, di nazionalità belga, francese e olandese, erano stati respinti dai tribunali belgi, che avevano invocato l’immunità giurisdizionale della Santa Sede. Lo ha stabilito la Corte Corte europea dei Diritti dell’uomo (Cedu) di Strasburgo, che oggi ha rigettato 24 querelanti che avevano citato in giudizio senza successo il Vaticano dinanzi ai tribunali belgi per atti di pedofilia commessi da preti cattolici. (Ticinonews.ch)

Secondo la Corte Europea il Vaticano non può essere denunciato per pedofilia perché gode dell'immunità sovrana. La decisione di Strasburgo specifica che la Santa Sede gode dell’immunità sovrana e che non può essere applicata nessuna eccezione alla regola (Notizie.it )

. La vera sentenza, per esteso e in maniera completa, aggiunge un dettaglio non da poco: «la Santa Sede non può essere chiamata in giudizio per i casi di abusi sessuali commessi dai sacerdoti di vari Paesi». (Il Sussidiario.net)

Pedofilia, Corte europea nega il diritto di denunciare il Vaticano • Imola Oggi

Gli stessi tribunali avevano da subito respinto i ricorrenti di nazionalità belga, francese e olandese, invocando l’immunità giurisdizionale della Santa Sede in quanto ente sovrano straniero. Infine, nonostante il ricorso, la Cedu ha dato ragione ai tribunali. (ilFormat)

E pertanto non si può citare in giudizio nei casi di abusi sessuali e pedofilia, commessi da religiosi appartenenti alla Chiesa cattolica. Lo ha stabilito una sentenza della Corte europea dei Diritti dell'uomo. (Aleteia IT)

La Corte europea dei Diritti dell’uomo (Cedu) di Strasburgo ha rigettato oggi 24 querelanti che avevano citato in giudizio il Vaticano dinanzi ai tribunali belgi senza successo per atti di pedofilia commessi da preti cattolici. (Imola Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr