Cannes, applausi senza fine e commozione per 'Marx può aspettare' di Bellocchio

Adnkronos CULTURA E SPETTACOLO

"Se questo che avete visto vi ha emozionato vuol dire che c'è qualcosa che esce dalla casa Bellocchio e arriva a tutti". Osannato dalla stampa italiana, 'Marx può aspettare' è in sala ora in Italia

Il regista: "Se questo che avete visto vi ha emozionato vuol dire che c'è qualcosa che esce dalla casa Bellocchio e arriva a tutti". Accolto in sala prima ancora dell'inizio del film da applausi scroscianti, Marco Bellocchio, emozionato, interrompe l'ovazione finale di quasi 10 minuti e prende il microfono che Thierry Fremaux gli porge per ringraziare il calore del pubblico. (Adnkronos)

La notizia riportata su altri media

Fare un film su Camillo, l’angelo, il protagonista di questa storia“. Invece l’ultimo film-documentario di Marco Bellocchio, Palma d’oro d’onore a Cannes, è molto altro e molto di più. (piacenzasera.it)

Nel dicembre del ‘68, non ancora trentenne, Camillo si suiciderà. Tre ore dopo che Marco Bellocchio venne alla luce, era il novembre del 1939, Camillo, il gemello non visto, nascosto più a lungo nelle oscurità materne e già malinconico, lo raggiunse alla vita. (La Repubblica)

Cresciuta da una madre dallo stile di vita super healthy (in tempi in cui l’essere healthy nemmeno andava di moda), Jennifer Aniston è rimasta per decenni a distanza di sicurezza da pane, pasta e pizza. (Vanity Fair Italia)

Dov’è Charlène Wittstock? Ha trascorso gli ultimi mesi in Sudafrica, Charlène Wittstock, obbligata a stare lontana dal marito Alberto e dai figli gemelli Jacques e Gabriella. (Vanity Fair Italia)

Alice: «Per me fu meravigliosa, mi sono veramente divertita anche se ero tesa, magari non quanto lui ma quasi. Alice: «È passato qualche giorno fa per Roma e ha voluto anche le coppe degli ultimi campionati italiani» (Vanity Fair Italia)

L’evento si è svolto sulla spiaggia della Croisette, da Bfire , dove gli ospiti hanno gustati le pietanze del tre stelle Michelin Mauro Colagreco. Una serata speciale per il Maestro. (Vanity Fair Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr