Junior Messias, quando l’”eroe” del Milan in Champions giocava tra i dilettanti

Junior Messias, quando l’”eroe” del Milan in Champions giocava tra i dilettanti
Corriere TV SPORT

Arrivato in Italia nel 2011, ha fatto il muratore e il fattorino, e giocava solo per divertirsi.

Credit: Folgore Caratese Tv

La sua è una storia unica di riscatto e di sogni realizzati.

Nel video della tv della Folgore Caratese, la doppietta segnata nel 2017 quando militava nelle file della piemontese Chieri.

Soltanto tre anni fa giocava in serie C, poi la notte magica: ha deciso col suo gol la partita di Champions del Milan a Madrid con l’Atletico. (Corriere TV)

Ne parlano anche altre testate

Per il Corriere della Sera si trova "al posto giusto nel momento giusto". Per il Corriere dello Sport "vive una notte magica" e ovviamente "firma un gol che vale un tesoro". (TUTTO mercato WEB)

Che favola quella di Junior Messias, una sceneggiatura da film di Paolo Sorrentino. Così Junior Messias dopo la vittoria del Milan per 1-0 sull'Atletico Madrid (Calciomercato.com)

Rossi aveva provato ad aiutare Junior proponendolo al Fossano, ma gli era stato proposto un ingaggio di 700 euro al mese. Messias aveva deciso di passare al Chieri, pensando di fare più strada in Serie D rispetto a una neopromossa (TorinoToday)

Messias: “Possiamo fare grandi cose, avevo bisogno di questo per rendere al massimo”

Merito di Messias che su cross di Kessiè impatta il pallone di testa e lo insacca alle spalle di Oblak. Al 87′ minuto di Atletico Madrid, match valido per la quinta giornata di Champions League, si è sbloccato il punteggio al Wanda Metropolitano. (MilanNews24.com)

La favola di Junior Messias lo ha portato in sei anni dalla Serie D al Milan, con cui ha deciso ieri sera un pezzo di percorso in Champions League siglando una rete contro l’Atletico Madrid. Il brasiliano ha avuto una carriera atipica prima della consacrazione degli ultimi anni al Crotone in Serie A. (La Gazzetta dello Sport)

Un gol fondamentale che mantiene vive le speranze dei rossoneri di passare il turno. Abbiamo dimostrato che possiamo fare grandi cose”. “Arrivo da due brutti infortuni ed ero chiuso a Milanello a lavorare da solo (SpazioMilan)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr