Ecco perché non dobbiamo mai fare questa azione prima di addormentarci rischiando l’insonnia

Ecco perché non dobbiamo mai fare questa azione prima di addormentarci rischiando l’insonnia
Proiezioni di Borsa SALUTE

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI. Spirulina Fit, l'unico integratore naturale che ti fa perdere peso in estate SCOPRI IL PREZZO. Ecco perché non dobbiamo mai fare questa azione prima di addormentarci rischiando l’insonnia. Non dobbiamo vedere il blu dello schermo del cellulare o del tablet prima di addormentarci secondo tutti gli esperti.

Buon libro prima e buio assoluto dopo. Partiamo dalle 2 azioni che gli esperti ritengono sempre valide per addormentarsi serenamente: una stanza completamente buia e un buon libro prima di dormire. (Proiezioni di Borsa)

Ne parlano anche altri media

L’assunzione di pochi grammi di questo elemento riduce la pressione e abbassa il rischio d’infarto. Nelle linee guida del Ministero si suggerisce che assumendo 60-120 mmol al giorno di potassio, si riduce significativamente la pressione sistolica e diastolica. (Proiezioni di Borsa)

Le cause. Quando si tratta di valori di transaminasi che superano notevolmente i livelli normali, bisognerebbe capire la causa e correre ai ripari. Quindi attenzione a questo valore perché se è alto potremmo avere un problema al fegato, controlliamo le analisi e contattiamo un medico per arrivare a una corretta diagnosi (Proiezioni di Borsa)

Vacanze in Italia, crescono i contagi nelle località turistiche. In questi giorni la Farnesina è arrivata a sconsigliare le vacanze all’estero viste le molte incognite riguardanti il rischio contagio. Adesso che i contagi cominciano a crescere anche in Italia, però, c’è chi teme anche per le vacanze nella Penisola. (Money.it)

Delta fa paura, cominciate le cancellazioni di viaggi-vacanze AGI

E' quanto emerge dall'analisi della Coldiretti su dati Istat, secondo la quale un italiano su tre (il 33,3%) ha scelto di fare una vacanza «a chilometri zero», restando all'interno della propria regione. (La Stampa)

Eppure, anche per il turismo c'è un (iniziale) segnale di ripresa. Il 2019 d'oro, quello dei record e del tetto dei 10 milioni di arrivi in tutta la Città metropolitana superato per la prima volta a queste latitudini, continua a rimanere un altro pianeta. (La Repubblica)

Il presidente Fiavet invita quindi i turisti italiani a "rivolgersi rigorosamente ai professionisti e a sottoscrivere le assicurazioni". Tuttavia, avendo organizzato il viaggio per conto proprio non sono coperti dall'assicurazione e i costi sono a loro carico". (Notizie - MSN Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr