Variante inglese, allarme vicino Roma: due Comuni (Colleferro e Carpineto) diventano zona rossa

Variante inglese, allarme vicino Roma: due Comuni (Colleferro e Carpineto) diventano zona rossa
Il Messaggero INTERNO

Le ordinanze della Regione Lazio hanno disposto le misure di massima restrizione per Colleferro e Carpineto, due comuni in provincia di Roma.

Allarme variante inglese nel Lazio.

Nel Lazio la zona rossa è già stata attivata per Roccagorga in provincia di Latina.

APPROFONDIMENTI COVID Colleferro e Carpineto diventano zona rossa: allarme variante inglese.

Il numero di contagi e il sospetto che anche qui sia arrivata la variante inglese ha spinto la Regione Lazio a proclamare la zona rossa a partire

(Il Messaggero)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Le disposizioni dell’ordinanza entrano in vigore dalle ore 1:00 del 21 Febbraio 2021 e verranno applicate per i successivi 14 giorni». La presente ordinanza è pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio; è pubblicata, altresì, sul sito istituzionale dell’amministrazione regionale (Cronache Cittadine)

Le disposizioni dell’ordinanza entrano in vigore dalle ore 1 del 21 febbraio 2021 e verranno applicate per i successivi 7 e 14 giorni” In entrambe le riunioni sarà approfondito il dato di crescita esponenziale dei contagi e la probabile presenza in città della variante inglese. (FrosinoneToday)

Vietato entrare e uscire da Colleferro e Carpineto Romano, salvo per esigenze lavorative e motivi di salute. Tutto sembrerebbe infatti partito da un focolaio in una scuola di Carpineto Romano che si sarebbe poi diffuso tra i due comuni. (Corriere Roma)

Covid, zona rossa in due comuni del Lazio per due settimane

È uno studio approfondito nel quale vengono affrontate tutte. “Il Lazio è pronto anche a vaccinare il personale scolastico che lavora nella regione, ma residente in altre regioni ad (TG24.info)

Chiusi anche i parchi e le piazze per evitare assembramenti, con la possibilità di svolgere attività fisica all'aperto solo in solitudine. Negozi chiusi, fatta eccezione per alimentari e altri beni di prima necessità, niente ristorazione, resta disponibile solo l'asporto. (gazzettaregionale.it)

“Per ciascuno dei Comuni si applicano le misure più restrittive di cui all’art. 3 del DPCM 14 gennaio 2021. (Orizzonte Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr