Caso Djokovic: possibile bando dall'Australia per 3 anni

Caso Djokovic: possibile bando dall'Australia per 3 anni
Tuttosport INTERNO

Il governo Morrison è fermamente impegnato a proteggere i confini dell'Australia, in particolare in relazione alla pandemia di Covid-19".

(Australia) - Novak Djokovic, che affronta il rimpatrio dall'Australia a seguito della decisione del ministro dell'Immigrazione australiano di revocargli per la seconda volta il visto, rischia adesso il bando dall'Australia per 3 anni .

Il rimpatrio determinato dalle autorità locali porta infatti solitamente a un successivo divieto di tornare per 36 mesi. (Tuttosport)

Ne parlano anche altre testate

Nel 1975/1976, è Luigi Radice a guidare il Torino allo scudetto, il primo, e sin qui l’unico, dopo la tragedia di Superga. A Firenze torna nel 1991, e la stagione successiva porta la squadra fino a un insperato secondo posto alla pausa natalizia (Calcio In Pillole)

– Dopo le critiche di Stefanos Tsitsipas, un altro duro colpo per il serbo che ha annunciato che farà ricorso. – Nuovo colpo di scena per Novak Djokovic in Australia che stavolta coglie tutti di sorpresa e rischia di far discutere. (Tuttogossipnews -)

E mentre Djokovic ha presentato ricorso, Voracova ha dichiarato di non essere a conoscenza di questa possibilità. Che schifo”. Francesco Sessa. Novak Djokovic non è stato l’unico giocatore ad aver presentato un’esenzione medica per provare a giocare gli Australian Open. (La Gazzetta dello Sport)

Australian Open al via aspettando il caso Djokovic

"Oggi ho esercitato il mio potere ai sensi della legge sull'immigrazione per cancellare il visto del signor Novak Djokovic per motivi di salute e ordine, sulla base del fatto che ciò fosse nell’interesse pubblico - si legge in una nota del ministro - Nel prendere questa decisione, ho considerato attentamente le informazioni fornitemi dal Ministero dell’Interno, dalla Australian Border Force e dal signor Djokovic. (Gazzetta di Parma)

I tempi del ricorso dovranno essere brevi per permettere al tennista di partecipare agli Australian Open: fissata per domenica l'udienza decisiva. Djokovic – che non è vaccinato – rischia di non poter entrare in Australia per 3 anni. (Fanpage)

Nel caso, però, che Djokovic dovesse perdere la sua partita contro il governo australiano, scatterebbe il 'piano B'. Il nome di Novak Djokovic campeggia ancora in cima alla lista, testa di serie numero uno, campione uscente, favorito della vigilia. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr