Altro colpo di scena nella battaglia per Generali: Caltagirone esce dal patto

msn.com ECONOMIA

Pertanto, la professoressa Sabrina Pucci, già consigliere indipendente, non può essere considerata in alcun modo in quota o vicina a Fondazione Crt".

Nuovo colpo di scena nell'intricata trama della vicenda Generali: oggi le società del Gruppo Caltagirone hanno comunicato il recesso unilaterale - con effetto immediato - dal Patto parasociale sottoscritto il 10 settembre con Delfin, la holding di Del Vecchio, e Fondazione Crt. (msn.com)

La notizia riportata su altri giornali

La decisione dell’imprenditore romano, che detiene l’8,04% della compagnia assicuratrice ed è il secondo azionista dietro Mediobanca, ha colto di sorpresa la comunità finanziaria ma, per quel che se ne sa, sembrano esclusi dissidi con l’altro grande vecchio della battaglia in Generali e cioè Leonardo Del Vecchio. (Notizie - MSN Italia)

Nella nota si legge: Le societ del gruppo Caltagirone hanno maturato la decisione di presentare una propria lista per il rinnovo… (GameGurus)

Francesco Caltagirone recede dal patto di consultazione sulle Generali Assicurazioni e presenta una lista propria per il Consiglio di Amministrazione della compagnia. (Il Giornale d'Italia)

La motivazione, si legge in una nota del Gruppo, è che si […] (Il Fatto Quotidiano)

E non di meno di “perseguire le proprie strategie e prescegliere le proprie politiche di voto e di esercizio delle prerogative di azionista in modo aperto al confronto con il mercato e la generalità degli investitori” Le società del gruppo Caltagirone hanno già comunicato ieri alla Delfin (Del Vecchio) e alla Fondazione Crt tale recesso “unilaterale e con effetto immediato” dell'accordo stretto, che contava nel complesso più del 16% del capitale della compagnia triestina. (Milano Finanza)

Colpo di scena nella contesa per il controllo delle Assicurazioni Generali: l’ex vicepresidente vicario e attuale socio al 7,98%, Francesco Gaetano Caltagirone, recede dal patto di consultazione che lo unisce agli altri azionisti Leonardo Del Vecchio (tramite Delfin) e Fondazione Crt, perché la funzione dell’alleanza viene ritenuta «superata». (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr