iPhone 13, i fornitori Apple smentiscono il calo di produzione

iPhone 13, i fornitori Apple smentiscono il calo di produzione
macitynet.it SCIENZA E TECNOLOGIA

infine anche di iPhone 13 da questa pagina

Sulle pagine di macitynet trovate la recensione di iPhone 13 Pro, quella di iPhone 13 Pro Max.

In base a quanto riferito dalla testata statunitense Apple avrebbe ridotto gli ordinativi di produzione di iPhone 13 di 10 milioni di unità per problemi di forniture delle componenti prodotte da Broadcom e Texas Instruments.

La smentita sul taglio degli ordinativi che arriva in questi minuti da DigiTimes sostiene che «I fornitori di componenti per iPhone 13 non hanno richiesto alcun taglio degli ordini finora quest’anno» come segnala MacRumors. (macitynet.it)

Ne parlano anche altre testate

Secondo un nuovo report pubblicato da Bloomberg, la continua carenza di chip sta influenzando anche la produzione degli iPhone 13. (iPhone Italia)

Tuttavia, a quanto pare, nonostante gli sforzi la casa di Cupertino è stata costretta a rivedere i suoi obiettivi di produzione iPhone 13. Mentre il chip A15 Bionic di iPhone 13 e 13 Pro sono realizzati da TSMC, ci sono tanti altri componenti realizzati con semiconduttori realizzati da altri produttori. (Multiplayer.it)

Apple aveva già segnalato problemi di filiera nella consegna di iPhone e iPad nel terzo trimestre, citando la carestia globale dei chip Nel caso di Apple, Texas Instruments fornisce un chip collegato all’alimentazione del display Oled, mentre Broadcom è il produttore di riferimento di lunga data per le componenti wireless. (Wired.it)

iPhone 13, i fornitori Apple smentiscono la riduzione degli ordini

Ciò suggerisce che il bug del touch screen non è univoco per la serie iPhone 13 Un utente ha scritto sul web “… il mio iPhone 13 Pro è stato caricato con MagSafe ma l'icona della batteria è sempre in stato di carica. (Telefonino.net)

Le vendite di iPhone 13 sono partite ad altissimo ritmo. iPhone 13, produzione tagliata. Il problema sarebbe insito, come peraltro ampiamente previsto da settimane, nella fornitura di componenti da parte di aziende quali Broadcom e Texas Instruments: la stretta sui chip ha costretto questi gruppi a tirare i remi in barca e la conseguenza è nella caduta degli approvvigionamenti in direzione di Cupertino. (Punto Informatico)

La notizia ha causato un calo delle azioni Apple, portando alcuni analisti a preoccuparsi per le vendite degli iPhone 13 nei prossimi mesi. Ora, però, diversi fornitori hanno smentito la notizia, affermando che Apple non ha ridotto gli ordini previsti e che la produzione andrà avanti secondo la tabella di marcia prevista da mesi. (iPhone Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr