Banche multate, ci sono anche UBS e Credit Suisse

Corriere del Ticino ECONOMIA

Sedici istituti finanziari di Wall Street, tra cui UBS e Credit Suisse, hanno accettato di pagare 1,1 miliardi di dollari di sanzioni alla Securities and Exchange Commission (SEC) statunitense per non aver monitorato l'uso di app per messaggini criptati, quali WhatsApp, da parte dei loro dipendenti. Le due grandi banche svizzere pagano ciascuna una multa di 125 milioni di dollari, ha comunicato la SEC. (Corriere del Ticino)

Ne parlano anche altri giornali

Sedici banche – tra cui Barclays, Citigroup, Goldman Sachs e Ubs – sono state multate per 1,8 miliardi dalle autorità americane per aver inviato comunicazioni di lavoro via WhatsApp e simili, senza archiviarle. (Start Magazine)

Ascolta la versione audio dell'articolo Usiamo sempre WhatsApp. ma poi cancelliamo le conversazioni. È uno dei tanti messaggi del fitto scambio fra un trader professionista e un dipendente di banca. E racconta una storia che, negli Stati Uniti, ha prima scatenato un’indagine della Sec, e adesso si chiude con una multa miliardaria. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr