Covid, variante “Eek” giapponese. Perché ci costringerà a vaccinarci ogni anno

Covid, variante “Eek” giapponese. Perché ci costringerà a vaccinarci ogni anno
Approfondimenti:
QuiFinanza SALUTE

La mutazione della proteina spike E484k, ribattezzata “Eek”, peraltro, sembrerebbe sfuggire agli anticorpi generati da una precedente infezione da Covid e anche ai vaccini sviluppati finora.

Ma ricordiamoci che l’obiettivo principale dei vaccini è quello di evitare la morte per Covid

Una volta che gran parte delle persone sarà immunizzata contro questa variante, altri prenderanno il sopravvento e quindi dovremo abituarci a vaccinarci ogni anno, od ogni due ,con prodotti studiati ad hoc. (QuiFinanza)

Su altre fonti

Abbiamo sentito le associazioni di diverse categorie di disabili e considerato la presa in carico di famigliari e caregiver che prestano le cure, in modo continuativo, in ambiente domestico Donini ha affermato che la Regione “si attiene al piano vaccinale nazionale e penso che questo paghi: prima la priorità agli anziani poi alle categorie fragili. (ForlìToday)

Si tratta dei biohacker, la schiera di chi compie esperimenti scientifici fai-da-te, operando nell’ombra, al di fuori delle classiche istituzioni scientifiche. Già da marzo 2020, all’oscuro della statunitense Fda, Food and Drug Administration, un gruppo di biohacker ha cominciato a lavorare a un vaccino usando il dna sintetico costruito in laboratorio. (L'HuffPost)

Questo ha prodotto un maxi-assembramento che è andato avanti per tutta la mattinata, nell'incredulità generale: molti, infatti, sono stati i cittadini arrabbiati per questa situazione chiaramente rischiosa, con l'impossibilità di poter garantire alle persone in attesa il regolare distanziamento sociale. (La Nazione)

"Vaccinare anche nelle sedi dell'Asl": la proposta del consigliere municipale

Rispetto alle mutazioni finora individuate, resiste sia ai vaccini sia gli anticorpi prodotti dal Covid. (La Stampa)

La campagna di vaccinazione anti-Covid apre a tutti i sardi dai settant’anni in su, non esenti dal ticket per patologia. Le persone registrate alla piattaforma saranno contattate con un sms che riporterà l’indicazione di luogo e ora per la vaccinazione. (vistanet)

"Il territorio del Comune di Napoli, composto dalle 10 Municipalità , vanta di dieci distretti ( dal 24 al 33 ) che a loro volta presentano un minimo di due presidi ed un massimo di tre; questi ultimi possono ricoprire un ruolo molto importante per la campagna vaccinale in corso andando a minimizzare spostamenti e tempi di attesa per essere vaccinati", spiega Pistone. (NapoliToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr