Il video ribelle di Dina Nobili: “Il vaccino potrebbe riacutizzare le infiammazioni del Covid. Solidale con portuali in sciopero”

Il video ribelle di Dina Nobili: “Il vaccino potrebbe riacutizzare le infiammazioni del Covid. Solidale con portuali in sciopero”
Città della Spezia INTERNO

Sono stata sospesa dal lavoro, senza stipendio, perché per noi sanitari la vaccinazione obbligatoria.

Ha avvertito la necessità di spiegare a chi la segue su Facebook i motivi della mancata vaccinazione anti-Covid e della conseguente sospensione dal lavoro.

“Ho avuto il Covid – spiega Nobili – malattia che mi ha lasciato patologie importati e il pensiero di iniettare un vaccino sperimentale nel mio corpo che possa acutizzare infiammazioni dovute al Covid è motivo di forte paura. (Città della Spezia)

Ne parlano anche altre testate

IN media, sempre nell’ultimo mese, sono stati emessi 506.395 green pass al giorno per un totale di poco superiore ai 15 milioni. Il dato, relativo al 13 ottobre, è pubblicato sulla piattaforma del governo dalla quale è possibile scaricare il pass e dalla quale emerge che complessivamente sono stati scaricati dagli italiani poco più di 98 milioni di certificati. (Il Sole 24 ORE)

I ricoverati sono 216 (7 in più rispetto a ieri), di cui 22 in terapia intensiva (1 in meno). Gli attualmente positivi sono oggi 5.478, -1% rispetto a ieri. (Stamptoscana)

Si resta in attesa di vedere cosa accadrà dopo l’entrata in vigore del green pass obbligatorio sui luoghi di lavoro, capire se già nel fine settimana la domanda potrà crescere, e se diventerà necessario cambiare il sistema di prenotazioni Una necessità nata di pari passo con l’istituzione di obbligatorietà del green pass, dapprima nei luoghi pubblici (bar, ristoranti, ecc. (Radio Colonna)

Covid, quanti sono in Italia i lavoratori non vaccinati

Intervistato da Fanpage, ha dichiarato di non essere contrario al vaccino ma di non volerlo fare, aggiungendo che in tanti lo considerano matto, consigliandoli di spendere quei soldi in vacanze piuttosto che in tamponi. (Fidelity News)

L’obiettivo è “incoraggiare la vaccinazione invece dei test”, aveva detto il presidente Emmanuel Macron a luglio, quando aveva annunciato la scadenza entro la quale i tamponi sarebbero diventati a pagamento. (Gazzetta di Firenze)

È quanto emerge dal report della fondazione Gimbe, che ritiene “non sufficiente la spinta gentile del green pass” e invita ora “a considerare l’obbligo vaccinale”. I modesti risultati ottenuti con la progressiva espansione del green pass e il rischio caos tamponi invitano a valutare l’introduzione dell’obbligo vaccinale. (Il Mattino di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr