Violenze di Capodanno a Milano, altre due denunce: «Ero a terra, soffocavo. Pensavo di morire»

Violenze di Capodanno a Milano, altre due denunce: «Ero a terra, soffocavo. Pensavo di morire»
Corriere della Sera INTERNO

Le vittime salite a undici, cinque gli abusi: «Circondata da 40-50 persone, mi hanno strappato i vestiti».

In particolare, mi sentivo toccare da quelli dietro di me, mentre altri, posizionati davanti a me, mi davano le spalle, urlavano e mi respingevano», dichiara nelle testimonianza interrotta ogni qual volta scoppia a piangere.

Improvvisamente «mi sono ritrovata per terra, senza riuscire a rialzarmi e sentendomi soffocare, ho iniziato a pensare di morire. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri giornali

La sua deposizione potrebbe portate a nuovi fermi E riconosciuto tra una ventina di foto alcuni aggressori. (La Repubblica)

I presunti aggressori di Milano come avrebbero appreso questa pratica? Ha analizzato i fatti in un lungo post su Facebook che in due giorni è stato condiviso quasi 1.500 volte. (IL GIORNO)

“Abbiamo scelto il silenzio in questa fase solo perché c’è stato troppo poco tempo per valutare le contestazioni e la sua posizione visto che siamo di fronte a fatti compiuti da un gruppo di persone. Si è avvalso della facoltà di non rispondere Abdallah Bouguedra, il giovane torinese fermato per le violenze di gruppo avvenute la notte di Capodanno in piazza Duomo a Milano (La Repubblica)

Violenza di Capodanno a Milano, "Così ho salvato la ragazza dal branco"

Anche il 21enne, bloccato a Torino, deve rimanere in carcere, come ha deciso il gip del capoluogo piemontese, pur non convalidando il fermo. Tra le persone da identificare, infine, c'è colui che nei verbali viene indicato come una sorta di "capo" (La Stampa)

Alla luce dei fatti, il post scritto di getto da Granelli in piena notte risulta non conforme a quanto realmente accaduto Il drammatico racconto di una vittima. (MilanoToday.it)

Cesena, 16 gennaio 2022 - È una studentessa residente a Cesenatico uno degli angeli che ha consentito di salvare una vittima delle aggressioni accadute a Capodanno in piazza Duomo a Milano. "Certo, io amo questa città, Milano è splendida, qui ho amici e amiche fantastici; spesso andiamo a trovarli a Milano per stare assieme e durante l’estate vengono loro a Cesenatico" (Il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr