Tra Iran e Usa qualcosa si muove. Ma che succede a Dimona?

Tra Iran e Usa qualcosa si muove. Ma che succede a Dimona?
Altri dettagli:
L'HuffPost ESTERI

Ma intanto, cosa sta succedendo a Dimona, il sito nucleare di Israele nel deserto del Negev?

Con il segretario di Stato Usa Anthony Blinken a dichiarare che, se l’Iran rispetterà i termini del Jcpoa, gli Usa faranno lo stesso

“Se le sanzioni saranno completamente revocate entro tre mesi, l’Iran passerà tali informazioni all’Agenzia.

L’accordo raggiunto prevede che qualche verifica e monitoraggio si svolga comunque, pur senza ispezioni a sorpresa, nell’arco dei prossimi tre mesi. (L'HuffPost)

Se ne è parlato anche su altre testate

Fornito da Il Giornale Lapresse. Siamo forse a un passo dalla prima sostanziale rottura da parte dell'amministrazione Biden di uno dei capisaldi della politica estera del suo predecessore. (Notizie - MSN Italia)

Ma abbiamo avuto un impero che e’ durato piu’ a lungo di tutta la storia Usa. Prima dell’incontro con Grossi, il vice ministro degli Esteri iraniano, Abbas Araqchi, aveva detto che le ispezioni saranno ridotte dal 20 al 30 per cento. (EOS Sistemi avanzati scrl)

esteri. Gli ispettori dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica potranno accedere alle zone di stoccaccio e sviluppo nucleare ma solo per tre mesi. (TG La7)

WP: I democratici negoziarono con l’Iran durante Trump per rovinargli la diplomazia

Nel 2018, Trump ritirò unilateralmente gli Stati Uniti dal Piano d'azione globale congiunto (JCPOA) firmato nel 2015, introducendo rapidamente un regime di sanzioni severe sulle banche e le vendite di petrolio iraniane. (Sputnik Italia)

Più in generale, l'Iran non cambia linea e insiste: gli Stati Uniti devono prima revocare le sanzioni se vogliono sedersi a un tavolo per il recupero dell'accordo del 2015. (AGI - Agenzia Italia)

Il viaggio, in cui Grossi ha incontrato anche altri leader fra cui il capo del programma nucleare Ali Akbar Salehi, mira a scongiurare l’annunciato passo indietro sull’accesso agli ispettori internazionali ai siti nucleari della Repubblica islamica. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr