Terza dose: dati alla mano non va fatta (ancora) a tutti

Terza dose: dati alla mano non va fatta (ancora) a tutti
La Repubblica SALUTE

Ma quali sono i dati che dimostrano la perdita di immunità a fronte della variante delta nel nostro Paese?

In conclusione, i nostri dati non sembrano giustificare una corsa collettiva di tutti i vaccinabili alla terza dose, come in Israele

Vaccino Covid, Ema: terza dose Moderna per immunodepressi over 12 05 Ottobre 2021. Abbiamo già ampiamente discusso questo importante aspetto quando della terza dose già si parlava senza che ci fossero dati a supporto, né sulla sicurezza né sull’efficacia del richiamo. (La Repubblica)

La notizia riportata su altri media

Sono poi partite le vaccinazioni di terza dose per gli operatori sanitari. Entra nel vivo la campagna relativa alla terza dose di vaccinazione anti-covid, che nel Lazio ha già visto superare quota 45milla somministrazioni. (TRC Giornale)

Il vaccino contro il Covid-19 per i bambini sotto i 12 anni dovrebbe presto essere sul mercato: il produttore Pfizer/Biontech ha presentato dati preliminari per i bambini dai 5 agli 11 anni, ha detto Tanja Stadler, presidente della task force scientifica Covid-19 della Confederazione in un'intervista al Blick. (Ticinonline)

Lo stop dell’Aifa all’impiego di Moderna nei richiami a sei mesi crea qualche difficoltà alle farmacie, dov’è più complicato utilizzare Pfizer (che si conserva a 70 gradi sotto zero). Gli ultraottantenni possono comunque ricevere il "booster" prenotandolo via call center o portale di Poste negli hub vaccinali, dove viene offerto loro anche l’antinfluenzale (IL GIORNO)

Vaccino per gli under 12: manca poco

Lo spiegano sulla rivista Science i ricercatori del La Jolla Institute for Immunology. Un fattore importante, comunque, è anche l’età. JOHNSON & JOHNSON – Il richiamo a sei mesi per il vaccino contro il Covid di Johnson & Johnson aumenta di 12 volte il livello di anticorpi. (Salernonotizie.it)

Stadler spera che dopo le vacanze autunnali ci saranno meno grandi focolai di coronavirus nelle scuole. Il virus è meno pericoloso per i bambini che per gli anziani, ma ci sono anche decorsi gravi della malattia nei bambini e il long Covid, ha precisato. (RSI.ch Informazione)

“Vaccinerò i miei figli”. Per quanto riguarda la questione se gli svizzeri potranno celebrare il Natale normalmente quest’anno, è “difficile fare previsioni precise”, ha detto (Ticinonews.ch)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr