Già a dicembre nell'ospedale di Alzano 110 polmoniti di cui non si conosceva la causa

Già a dicembre nell'ospedale di Alzano 110 polmoniti di cui non si conosceva la causa
L'HuffPost L'HuffPost (Interno)

A fornire i dati - su richiesta del consigliere regionale di Azione Niccolò Carretta - sono stati l’Ats Bergamo e Asst Bergamo Est.

Sono stati 110 i pazienti con polmoniti di cui non si conosceva la causa ricoverati fra novembre e gennaio scorso all’ospedale di Alzano Lombardo, ora al centro dell’inchiesta della Procura di Bergamo sulla gestione dell’emergenza Covid.

Su altre testate

Alzano, polmoniti sospette tra novembre e gennaio: il caso Prima dell'inizio dell'epidemia all'ospedale di Alzano Lombardo ci sono stati 110 casi di polmoniti sospette. A questi dubbi, e non solo, stanno lavorando i pm di Bergamo che indagano per epidemia colposa sulla gestione dell’emergenza e sulla mancata istituzione della zona rossa ad Alzano e Nembro (Virgilio Notizie)

Sono stati 110 i pazienti con polmoniti di cui non si conosceva la causa, in quanto non rispondevano ai farmaci abituali, ricoverati fra novembre e gennaio scorso all'ospedale di Alzano Lombardo, ora al centro dell'inchiesta della Procura di Bergamo sulla gestione dell'emergenza Covid. (TG La7)

Tra novembre e gennaio ci sono state 110 polmoniti «sospette» all'ospedale di Alzano Lombardo, finito ora al centro dell'inchiesta della Procura di Bergamo, che indaga sulla gestione del pronto soccorso durante l'emergenza Coronavirus. (Il Messaggero)

Gli indicatori oggetto di analisi statistico-epidemiologica sono: i ricoveri nelle strutture ospedaliere pubbliche e private accreditate, con particolare attenzione alle diagnosi compatibili con la presenza di una polmonite virale o da agente sconosciuto le richieste di prestazioni diagnostico-strumentali quali RX torace e TC torace il consumo dei farmaci antibiotici utilizzati nelle complicanze batteriche di polmoniti virali e, infine, gli accessi in pronto soccorso con diagnosi “Covid-like”». (Corriere Bergamo - Corriere della Sera)

Quanti ricoveri ci sono stati, nei mesi precedenti a quel 23 febbraio, con diagnosi in codice 486 (“polmonite, agente non specificato”)? Sono 110 i pazienti con polmoniti, di cui non si era a conoscenza della causa, ricoverati fra novembre e gennaio all’ospedale di Alzano Lombardo, ora al centro dell’inchiesta della Procura di Bergamo sulla gestione dell’emergenza Covid. (Kongnews)

Alzano Lombardo è poi al centro di un'altra indagine della procura, insieme al Comune di Nembro, per la mancata istituzione di una zona rossa. Queste polmoniti con "agente non specificato" sono state 18 a novembre, 40 a dicembre e 52 a gennaio. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr