Pregliasco: Covid molto più pericoloso della vaccinazione

Pregliasco: Covid molto più pericoloso della vaccinazione
LaPresse INTERNO

(LaPresse) – “In questo momento la malattia è molto più pericolosa, ancorché dovesse essere confermata questa correlazione rispetto alla vaccinazione”.

Così Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, a Rainews24, a proposito dei casi di trombosi rilevati in persone che avevo ricevuto il vaccino anti Covid

Milano, 6 apr.

(LaPresse)

Ne parlano anche altri giornali

Vaccino Covid Italia 8 milioni di dosi invece che 16 Sarà difficile raggiungere già a metà aprile il target delle 500mila iniezioni al giorno previste dal piano vaccini Ma il Governo ha lanciato messaggi rassicuranti e anche i governatori hanno affermato che la campagna vaccinale sta accelerando. (Zazoom Blog)

Sono 18.025 i nuovi casi di Coronavirus .Covid in Italia, sempre alti i contagi e molti i morti #Coronavirus, 04/04/21 • Attualmente positivi: 569.035 • Deceduti: 111.030 (+326) • Dimessi/Guariti: 2.988.199 (+13. (Zazoom Blog)

Per capire cosa potremo fare quando più persone saranno vaccinate ecco quello che dicono già oggi gli esperti del CDC di Atlanta. La vera svolta nella lotta alla pandemia sono i vaccini. (LecceSette)

Urbi et Orbi, Papa: "Superare ritardi distribuzione vaccini"

Gli esperti hanno detto sempre tra fine agosto e settembre, quindi penso che a quel punto saremo vicini all’immunità di gregge, che non significa che la trasmissione virale è bloccata L’obiettivo è raggiungere le 500.000 dosi giornaliere somministrate; in questo caso “Se il sistema regge, la chiusura della campagna vaccini potrebbe arrivare già a settembre. (Offida info)

Le dosi sono state somministrate a 3.063.992 operatori sanitari; 501.994 unità di personale non sanitario; 569.224 ospiti di strutture residenziali; 3.781.195 over 80; quindi 234.610 unità delle forze armate; 1.056.493 unità di personale scolastico; la voce ‘altro’ comprende 1.859.708 persone Le somministrazioni, effettuate in 2.105 centri in tutta la penisola, hanno riguardato 6.568.689 donne e 4.498.527 uomini. (Nordest24.it)

Malgrado questo - ed è scandaloso - non cessano i conflitti armati e si rafforzano gli arsenali militari". Tutti, soprattutto i più fragili, hanno bisogno di assistenza e hanno il diritto di avere accesso alle cure necessarie". (Ottopagine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr