Elezioni Quirinale, Berlusconi e il super derby con Draghi: ecco quanti voti può ottenere

Il Messaggero INTERNO

Berlusconi: Draghi al Colle?

Quirinale, derby Berlusconi-Draghi. Il Cavaliere può contare sui numeri del centrodestra, 451, ma non è detto che li avrà tutti - un dieci per cento di franchi tiratori si prevedono tra Lega e Fratelli d’Italia.

Mentre Berlusconi è deciso ad entrare in campo alla quarta, quando servirà una maggioranza semplice - 505 voti - per venire eletto al Quirinale.

Elezioni Quirinale, Berlusconi: all'opposizione se Draghi va al Colle. (Il Messaggero)

Ne parlano anche altri media

Così, dunque, la scelta del nuovo Capo dello Stato potrebbe uscire dal «sancta santorum» del Parlamento e invadere le piazze, contrapposte Contro il nome di Silvio Berlusconi, che la prossima settimana potrebbe diventare il candidato ufficiale del centrodestra, si sta invece sviluppando un movimento popolare. (DiariodelWeb.it)

Sarei felicissimo di tenere Mattarella e Draghi e sarebbe importantissimo non perdere insieme Mattarella e Draghi” “Il nome di Emma Bonino per il Quirinale? (LaPresse)

Così il deputato del Pd sulla corsa alla successione di Sergio Mattarella. (LaPresse) Francesco Boccia ha detto la sua sulla corsa al Quirinale che inizierà con le prime votazioni il prossimo 24 gennaio. (LaPresse)

Stiamo vivendo una fase delicata e importante, in un momento di profonda crisi sociale, economica e ambientale del Paese” e quindi “chiediamo che il futuro Capo dello Stato sia una figura che abbia capacità di sintetizzare il sentiment del Paese, che riesca a riportare la protesta dei giovani che chiedono un impegno forte nella lotta al cambiamento climatico e che sia una figura con una comprovata garanzia di etica pubblica, ecco perché la figura di Berlusconi non può essere portata avanti”, aggiunge. (LaPresse)

Il leader di Coraggio Italia: "Nessuno vuole schiantarsi contro un muro". (LaPresse) “Non c’è bisogno di convincermi a votare Berlusconi, se ci saranno le condizioni noi ci saremo”. (LaPresse)

Così il governatore ligure dopo aver incontrato il leader della Lega Matteo Salvini. “Non c’è bisogno di convincermi a votare Berlusconi, se ci saranno le condizioni noi ci saremo”. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr