I migranti positivi di Treviso non hanno niente a che fare con i recenti sbarchi

I migranti positivi di Treviso non hanno niente a che fare con i recenti sbarchi
Fanpage.it Fanpage.it (Interno)

Il sindaco di Treviso Mario Conte, anch'egli della Lega, è arrivato ad annunciare che denuncerà il governo per il "danno incalcolabile" arrecato alla città.

Non solo: quelle 133 persone rappresentano una parte dei nuovi positivi trevigiani, che nella serata di ieri erano 199.

Ne parlano anche altri media

«Ci diano ancora un mese di tempo per cercare altri volontari» ha detto la referente del progetto, Giulia Semenzin, storica dell’arte. Più avanti si aggiungeranno Santa Maria Maggiore e Santa Maria Maddalena, con i suoi Paolo Veronese (La Tribuna di Treviso)

Complessivamente sono stati eseguiti 315 tamponi, 293 sui migranti e 22 sugli operatori che hanno evidenziato 129 positività tra gli ospiti. Ciò ha permesso di individuare rapidamente i positivi ed organizzare l'isolamento all'interno dell'ex Serena. (Liberoquotidiano.it)

dai campi alle fabbriche. . Tantissimi i migranti che da anni lavorano per le aziende agricole del territorio, soprattutto in periodo di vendemmia. Questa la domanda chiave che si stanno ponendo tutti, «e con più reticenza quelli che facevano lavorare i migranti in nero» dicono dall’Adl Cobas di Treviso (La Tribuna di Treviso)

"Quello che io e Mario Conte (sindaco di Treviso) come primi cittadini possiamo fare - ha spiegato - lo abbiamo fatto, possiamo assicurare che tutto è sotto controllo. (Sky Tg24 )

Non c'è alcun collegamento tra gli sbarchi delle ultime settimane a Lampedusa e questo nuovo focolaio di coronavirus: sono persone straniere in Italia da anni, che hanno contratto il virus qui da noi. Ma la macchina della propaganda non ha tempo per quest (Today.it)

Ecco DOVE, VIDEO. . . E' scoppiato un nuovo focolaio in una città del NORD e con esso anche furiose polemiche. "E' stato completato lo screening all’ex Caserma Serena. (iL Meteo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr