BORSE & MERCATI/ Il 'finto stupore' per il rialzo dell'inflazione

Il Sussidiario.net ECONOMIA

Ça va sans dire

Ça va sans dire.

Era agosto quando «la paura dell’inflazione può diventare investimento» e, infine, era settembre quando «dietro il balzo del Pil avanza l’ombra minacciosa dell’inflazione».

Non è nostro compito giudicare, ma è indubbio come questa performance possa essere considerata un significativo risultato nonostante il contesto.

Era giugno quando su queste nostre pagine, mettevamo in guardia sulle possibile «conseguenze (inevitabili) dell’inflazione sui bond». (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altri media

Cosa si può fare concretamente per evitare di innescare una spirale salari-prezzi piuttosto che un principio di stagflazione? Vien da pensare che dietro ci siano le scelte di alcuni “cartelli”, vuoi dell’energia, vuoi delle materie prime. (Il Sussidiario.net)

Ora, gli economisti in Europa si interrogano sulla Banca Centrale Europea: farà lo stesso dietrofront della Fed sulla temporaneità dell’inflazione? Tuttavia ci sono crescenti domande sul fatto che questo periodo di alta inflazione durerà più a lungo di quanto previsto dalla BCE (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr