Riforma pensioni 2022, APE sociale rivisitato e quota 63: la ricetta dell’INPS

Riforma pensioni 2022, APE sociale rivisitato e quota 63: la ricetta dell’INPS
Informazione Fiscale INTERNO

Riforma delle pensioni 2022, APE sociale esteso e prorogato e quota 63, due possibili novità a costo ridotto per lo Stato.

Riforma pensioni 2022: sul piatto un APE sociale rivisitato con proroga al 2026, ma quanto costerebbe?

Lo ha riferito il Presidente Tridico durante l’audizione del 12 ottobre, soffermandosi sull’impatto economico che potrebbe avere una rielaborazione di questa misura

Riforma delle pensioni 2022, proroga ed estensione dell’APE sociale e quota 63, due novità sostenibili sul profilo dei conti pubblici. (Informazione Fiscale)

Ne parlano anche altre testate

4 ' di lettura. Pensione anticipata con assegno ridotto. Pensione anticipata con assegno ridotto: i requisiti. I requisiti per la pensione anticipata con assegno ridotto sono questi:. Età: 63, 64 anni (da adeguare con la speranza di vita);. (The Wam.net)

Riscatto laurea gratis, via libera dell’Inps che però avverte: “Costerebbe allo Stato 5 miliardi” L’Inps dà parere positivo sulla proposta di rendere gratuito il riscatto della laurea a fini pensionistici, ma precisa che questo costerebbe allo Stato circa 4 o 5 miliardi all’anno. (Fanpage.it)

Quota 100: cos’è e quali sono i requsiti da rispettare? Chi non avrà maturato i diritti a quota 100 alla data del 31 dicembre, potrebbe non poter più accedere alla misura. (InvestireOggi.it)

Pensioni 2022, il montante contributivo resta stabile

Per gli operai edili, poi, l'idea è quella di abbassare da 36 a 30 gli anni di contribuzione minimi per l'ape sociale. Dai lavoratori forestali, ai tassisti, dai falegnami ai commessi, passando per i saldatori. (ilmessaggero.it)

Anche in questo caso le domande dovranno presentarsi online mediante la procedura telematica POLIS sul sito del Ministero. (Proiezioni di Borsa)

Non si rivaluta nel 2022 il montante contributivo per il calcolo delle pensioni, che però aumentano grazie all'inflazione in aumento: i dati ISTAT. (PMI.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr