Il tuo account Facebook è stato violato?- iPhone Italia

Il tuo account Facebook è stato violato?- iPhone Italia
iPhone Italia SCIENZA E TECNOLOGIA

Nei giorni scorsi è stata scoperta una violazione di dati di milioni di utenti Facebook in tutto il mondo, con tanto di informazioni su numeri di telefono, nomi completi e date di nascita.

Al momento, è possibile effettuare la ricerca solo tramite indirizzo e-mail, ma a breve dovrebbe essere possibile effettuarla anche tramite numero di telefono

Gli hacker hanno creato un database contenente informazioni sensibili di oltre 533 milioni di utenti Facebook in tutto il mondo. (iPhone Italia)

Se ne è parlato anche su altre testate

Tuttavia, non è possibile recuperare quei dati. Facebook ha affermato che l’enorme perdita deriva da un problema nel 2019, che da allora è stato risolto. (Business Insider Italia)

Facebook finisce per l'ennesima volta nella bufera per una storia di dati rubati. Facebook, nonostante ribadisca che si tratta di «vecchi dati» e di una questione già individuata e risolta, è alle prese con problemi riguardanti la sicurezza dei dati da anni (ilGiornale.it)

Basta inserire nella barra di ricerca il proprio indirizzo mail per sapere se l’indirizzo stesso sia mai stato interessato da un qualche tipo di violazione. Come controllare le proprie password. Se l’indirizzo mail risulta essere stato violato in passato, è consigliabile come primo passo cambiare la propria password. (Open)

Facebook, rubati i dati di oltre 500 milioni di utenti

I dati degli utenti sarebbero stati acquisiti attingendo direttamente ai server di Facebook sfruttando un bug di sicurezza nella procedura che permette di aggiungere un amico. (IlSoftware.it)

«Sebbene siano vecchi di almeno un paio di anni - si. Lo riporta un report pubblicato da Business Insider, nel quale si specifica che del totale, 32 milioni sono utenti statunitensi, 11 milioni del Regno Unito, 6 milioni indiani. (ilmattino.it)

Gal spiega di avere individuato a gennaio in un forum dedicato all’hacking un utente che pubblicizzava la possibilità di racimolare numeri di telefono di milioni di utenti grazie ad un bot dedicato. I dati di almeno 87 milioni di utenti sono stati sfruttati per creare profili per scopi di propaganda politica (macitynet.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr