Segregata in casa, chiede aiuto durante la lezione in dad: salvata dai carabinieri

Segregata in casa, chiede aiuto durante la lezione in dad: salvata dai carabinieri
LA NAZIONE INTERNO

Sono in corso da parte dei carabinieri ulteriori indagini per approfondire i contorni della vicenda, e definire con esattezza le responsabilità dei singoli familiari

A quel punto, incapace di scorgere altre soluzioni, la ragazza ha maturato la decisione di rivolgersi ai Carabinieri.

Tutto è iniziato con l’inoltro di una richiesta di aiuto arrivata ai carabinieri via mail.

Capite la gravità e l’urgenza della situazione, i Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno sono immediatamente entrati in azione. (LA NAZIONE)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Le indagini dei carabinieri proseguono per ricostruire le responsabilità dei famigliari Da quando avevano scoperto il loro rapporto, la ragazza poteva uscire raramente e solo scortata da uno dei famigliari maschi. (Fanpage.it)

L’avevano segregata in casa perché non approvavano la sua relazione con un ragazzo di fede diversa. La ragazza al momento è al sicuro ed è stata affidata ad un centro antiviolenza. (Valdarno24)

Le indagini sono state portate avanti dai carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno, guidata dal capitano David Millul. Minacciata e segregata in casa dai familiari che ostacolano la sua relazione con un ragazzo di diversa nazionalità e religione. (ArezzoNotizie)

Segregata in casa e minacciata di morte dai familiari a causa di un amore: i carabinieri liberano una 20enne

Arezzo, manda una mail ai carabinieri e si salva: la famiglia la segregava per non farle vedere il fidanzato (Foto d’archivio Ansa). Manda una mail ai carabinieri in provincia di Arezzo e così si salva. (Blitz quotidiano)

Inoltre sarà offerto supporto medico-sanitario a bambini e anziani, counselling e supporto psicologico oltre a kit scolastici per i bambini sfollati A fronte dell’emergenza in atto, Caritas Etiopia ha lanciato un appello alla rete internazionale delle Caritas, per il sostegno di un vasto programma di aiuti. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

La ragazza viene segregata in casa, per impedirle di vedere il findanzato, le vengono tolti telefono e documenti d'identità e le viene concesso di uscire soltanto per motivi importanti e sempre accompagnata dai fratelli La causa di tutto l'amore per un ragazzo non accettato dai familiari per il diverso credo religioso. (Valdarnopost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr