Covid, la Sicilia evita la zona arancione e resta gialla

Covid, la Sicilia evita la zona arancione e resta gialla
Approfondimenti:
SICILIA TV INTERNO

E’ lo Stato che può decidere di aprirle o meno, non lo possono fare i i Comuni in zona gialla.

Nel frattempo il Tribunale amministrativo regionale ha bocciato la chiusura delle scuole adottata da più della metà dei sindaci siciliani.

Su 391 Comuni della Sicilia sono 161 quelli che hanno emanato ordinanze sindacali di sospensione della didattica, mentre i restanti hanno regolarmente avviato le attività in presenza

La Sicilia evita, almeno per la settimana prossima, la zona arancione, con la speranza che nei prossimi giorni la curva dei contagi non cresca in modo sproporzionato e i parametri dei ricoveri rimangano sotto controllo. (SICILIA TV)

La notizia riportata su altri media

Su 391 Comuni della Sicilia sono 161 quelli che hanno emanato ordinanze sindacali di sospensione della didattica, mentre i restanti hanno regolarmente avviato le attività in presenza. Negli ospedali ci sono 1. (Alqamah)

– Fioccano le ordinanza di chiusura delle scuole dei sindaci dei Comuni siciliani che si trovano in zona arancione. E così, al momento in una Sicilia che rimane zona gialla quasi un terzo dei comuni è in zona arancione. (Livesicilia.it)

Si torna a scuola ma i sindaci ancora poco convinti, nuovo summit

Il sindaco Francesco Italia lascia trasparire una certa amarezza dopo la decisione del Tar. Negli altri comuni della provincia, invece, si prosegue con la Didattica a Distanza. (SiracusaOggi.it)

Anzi, qualcuno lo ha già fatto forte della relazione del commissario covid per la provincia di Palermo, Renato Costa. A dire il vero a Trappeto non si sono ancora riaperte le scuole da quando sono finite le vacanze natalizie. (BlogSicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr