Puglia, esami diagnostici prima e dopo il vaccino AstraZeneca. Lopalco: "E' una truffa"

Puglia, esami diagnostici prima e dopo il vaccino AstraZeneca. Lopalco: E' una truffa
BariViva INTERNO

"Tali esami non servono a nulla e non hanno nessun valore scientifico – scrive l'epidemiologo in un post pubblicato su Facebook -.

Una terapia anticoagulante fai-da-te può essere molto pericolosa.

Una truffa che propone esami diagnostici preventivi prima e dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca sta girando in Puglia.

Analogamente non va fatta alcuna terapia anticoagulante prima o dopo aver fatto il vaccino. (BariViva)

La notizia riportata su altri giornali

AstraZeneca, lo stop in arrivo alla vaccinazione per gli under 50. Il vaccino AstraZeneca torna in discussione e l’ipotesi di uno stop all’immunizzazione per gli under 50 si fa sempre più credibile. (LA NOTIZIA)

Chiediamo scusa anche alla Astrazeneca. Innanzitutto chiediamo scusa a chi è stato emotivamente coinvolto. (Acrinews.it)

Sara’ assolutamente necessario indagare, ma, ad oggi, le cifre sono davvero irrisorie, per cui rendono i benefici nettamente superiori ai potenziali rischi”. Lo spiega all’AGI Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano e virologo presso l’Universita’ degli Studi di Milano, commentando la rarissima forma di trombosi del seno venoso cerebrale osservata in alcuni pazienti a seguito della vaccinazione con AstraZeneca (Salernonotizie.it)

Astrazeneca, Cavaleri (Ema): “C’è un nesso tra vaccino e trombosi rare”

Noi siamo molto prudenti, abbiamo segnalato alla farmacovigilanza dell’agenzia italiana per il farmaco tutto quanto è accaduto e saranno loro a doverci dare una risposta. AstraZeneca sapete che è un vaccino molto controllato su cui c’è stato anche un ampio dibattito sulle fasce di utilizzo. (Il Messaggero)

Fino a oggi l’Australia aveva confermato solo il blocco di 250mila dosi di AstraZeneca dall’Ue. L'Unione europea ha bloccato spedizioni di 3,1 milioni di dosi del vaccino AstraZeneca contro il Covid-19 dirette in Australia. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Le giovani donne, ad esempio, “spesso protagoniste dei casi di trombosi, patiscono meno l’effetto del Covid, dovremo valutare dunque il rapporto rischi-benefici per loro“. Se confermata, l’osservazione potrebbe guidare la diagnosi e la terapia di questi, pur molto rari, eventi avversi” (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr