Mps, più dote col decreto Sostegni

Milano Finanza ECONOMIA

Nell’ultima bozza del decreto Sostegni Bis trova spazio una modifica alle norme sulla possibilità di usufruire della conversione in crediti di imposta delle cosiddette Deferred tax assets (Dta), le imposte differite attive, per favorire le aggregazioni societarie.

L’incentivo era stato introdotto dal.;

Il governo punta a rendere più ricca e a estendere la dote per le future fusioni bancarie.

(Milano Finanza)

Se ne è parlato anche su altri media

Unicredit diffonderà domani, prima dell’avvio delle negoziazioni, i conti del primo trimestre. Preview conti 1° trimestre Unicredit. (Finanzaonline.com)

Una dote fiscale di 11,6 miliardi, che riguarda, è bene precisarlo tutte le banche italiane e che, nel caso specifico di un deal tra UniCredit e Mps, sarebbe pari a 3,4 miliardi circa, 1,1 miliardi in più rispetto alla norma vigente Questo “tesoretto nascosto”, come lo chiama il Sole 24 Ore, ai bilanci di fine 2020 vale, secondo i calcoli di Deutsche Bank, circa 11,6 miliardi per gli istituti italiani (contro i 10,8 precedenti). (Finanzaonline.com)

Se si considerano tutte le agevolazioni e il “pacco dono” allegato a Mps che riceverebbe il potenziale acquirente velo oltre 7 miliardi di euro. Se si considerano tutte le agevolazioni e il “pacco dono” allegato a Mps che riceverebbe il potenziale acquirente velo oltre 7 miliardi di euro (Zazoom Blog)

Il Governo sarebbe pronto a estendere e a rafforzare gli incentivi fiscali alle aggregazioni societarie introdotti con la manovra 2021. Intorno alle 09:40 a Piazza Affari il titolo guadagna il 3,5% a 1,18 euro, mentre l’indice di settore sale dello 0,2 per cento. (Il Cittadino on line)

A spingere l’interesse sul titolo sono le ulteriori agevolazioni sulle fusioni bancarie che riportano l’attenzione sulla possibile integrazione fra Unicredit e Mps ma anche su Banco Bpm. La bozza del decreto Sostegni bis, all’esame del governo, rafforza le agevolazioni sulle Dta in caso di fusione. (FIRSTonline)

Unicredit diffonderà domani, prima dell’avvio delle negoziazioni, i conti del primo trimestre. Preview conti 1° trimestre Unicredit. Il consensus degli analisti pubblicato sul sito di Unicredit indica un utile netto di 413 milioni di euro dopo rettifiche su crediti per 625 mln. (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr