Vaccini: Corte Suprema Usa boccia obbligo in grandi aziende

Vaccini: Corte Suprema Usa boccia obbligo in grandi aziende
LaPresse ESTERI

Washington (Usa), 13 gen. (LaPresse/AP) – La Corte Suprema americana ha bocciato l’imposizione voluta dall’amministrazione Biden per le grandi aziende con più di 100 dipendenti dell’obbligo di vaccinazione contro il COVID-19 o di sottoporsi a test settimanali e di indossare una mascherina sul posto di lavoro.

L’alta corta ha invece consentito all’amministrazione di procedere con l’obbligo di vaccinazione per la maggior parte degli operatori sanitari Usa, pur prevedendo esenzioni mediche e religiose

Più di 80 milioni di persone sarebbero state interessate. (LaPresse)

Su altri giornali

Notiziario 06.00 del 14.01.2022. Nel frattempo la Corte Suprema ha bloccato l'obbligo di vaccino o di test anti Covid-19 introdotto a livello nazionale dall'amministrazione del presidente Joe Biden per le grandi aziende (con oltre 100 dipendenti) ma lo ha lasciato per certi operatori sanitari Durante la campagna, infatti, Biden aveva promesso di voler proteggere l'accesso delle minoranze alle urne e la trasparenza delle operazioni di voto. (RSI.ch Informazione)

La Corte Suprema ha bloccato l'applicazione del provvedimento voluto dall'Amministrazione Biden che prevede l'obbligo vaccinale contro il Covid-19 o di tampone per le aziende private con più di 100 lavoratori, ma lo ha autorizzato per i dipendenti delle strutture sanitarie che ricevono contributi federali. (Adnkronos)

Resta l'obbligo, valutato legittimo, per gli operatori sanitari. Per il presidente, già alle prese con molte critiche e difficoltà, un durissimo colpo: per i giudici Usa, la sua decisione infatti è illegittima. (Liberoquotidiano.it)

La Corte suprema boccia l'obbligo vaccinale nelle grandi aziende

Negli Stati Uniti, dove sono morte più di 800 mila persone a causa del Covid, solo il 63 per cento del Paese risulta pienamente vaccinato, e di questi solo il 37 ha ricevuto la terza dose (L'HuffPost)

Così il presidente americano Joe Binde dopo la decisione della Corte Suprema. Milano, 13 gen. (LaPresse) – “Sono deluso dal fatto che la Corte Suprema abbia scelto di bloccare le norme di buon senso per salvare le vite dei dipendenti delle grandi aziende che erano fondate sia sulla scienza che sulla legge”. (LaPresse)

Lo riferiscono i media Usa. Secondo i giudici, l'amministrazione non ha il potere di imporre un tale requisito per le grandi aziende, senza l'autorizzazione del Congresso. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr