Primo decreto del governo Draghi: niente visite a parenti e amici in zona rossa

Primo decreto del governo Draghi: niente visite a parenti e amici in zona rossa
Pickline INTERNO

Il primo decreto Covid del governo Draghi porta una prima stretta: lo stop agli spostamenti in zona rossa verso abitazioni private.

È l’effetto della proroga del decreto legge sugli spostamenti, che scade il 25 febbraio.

Cosa dicono gli esperti. La novità è quindi lo stop agli spostamenti in zona rossa verso le abitazioni private.

Questo nuovo decreto Covid è solo l’antipasto: inevitabilmente, è la pandemia il primo dossier che Mario Draghi deve affrontare

Ma nelle zone rosse niente più visite ad amici e parenti. (Pickline)

Su altre testate

Il decreto dispone, infatti "la prosecuzione, fino al 27 marzo 2021, su tutto il territorio nazionale, del divieto di spostarsi tra diverse Regioni o Province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute. (latinaoggi.eu)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del presidente Mario Draghi e del ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato oggi un decreto-legge che introduce ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. (AlbengaCorsara News)

Prime misure anti-Covid del governo Draghi. Nelle zone arancioni, per i Comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti, sono consentiti gli spostamenti anche verso Comuni diversi, purché entro i 30 chilometri (in20righe)

**Covid: stretta nelle zone rosse, ecco il nuovo decreto**

Oggi il primo decreto Draghi sull'epidemia: novità su restrizioni e spostamenti (Di lunedì 22 febbraio 2021) Il secondo consiglio dei ministri del governo Draghi convocato per stamattina, lunedì 22 febbraio, licenzierà il primo decreto legge sull'epidemia con la proroga di 30 giorni fino al 27 marzo del . (Zazoom Blog)

E proprio il 5 marzo è l'altra data cruciale, quella in cui si capirà davvero come il governo intende gestire i prossimi mesi di pandemia. Il vecchio decreto consentiva questo tipo di spostamenti all'interno della regione in zona gialla e nell'ambito comunale in quella arancione e rossa. (Il Messaggero)

Dal profilo collegato all'utenza di uno dei partecipanti, un coetaneo della vallata, era partito all'indirizzo dell'intero gruppo un video pedopornografico raccapricciante, con un rapporto sessuale promiscuo, tra più bambine e bambini, verosimilmente girato in Sud America. (Yahoo Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr