Mps festeggia accordo con Fondazione per chiusura contenziosi

Mps festeggia accordo con Fondazione per chiusura contenziosi
Yahoo Finanza ECONOMIA

"E da quanto si intuisce la transazione con la Fondazione Mps non porterà ad altri accantonamenti", osserva il broker.

Il logo di Monte dei Paschi di Siena presso una filiale a Roma. Forte rialzo per le azioni di Banca Mps che festeggiano l'accordo annunciato ieri sera con l'ex azionista Fondazione Mps per chiudere i contenziosi relativi alle richieste risarcitorie per 3,8 miliardi, aprendo così la strada al processo di privatizzazione della banca e alla ricerca di un compratore. (Yahoo Finanza)

La notizia riportata su altri giornali

L’accordo prevede il pagamento di 150 milioni di euro da parte di Rocca Salimbeni e l'impegno sulla valorizzazione del patrimonio artistico della banca. Così Banca Mps potrebbe diventare più appetibile per eventuali operazioni straordinarie, con la Borsa che accarezza l'ipotesi di un matrimonio con Unicredit. (Il Sole 24 ORE)

”Si tratta – ha dichiarato il segretario generale di First Cisl Riccardo Colombani – di un primo passo per la soluzione della questione dei rischi legali, che rappresenta uno degli ostacoli principali al rilancio della banca ”Non possiamo che accogliere positivamente l’accordo preliminare annunciato da Fondazione Mps e Banca Mps. (Il Cittadino on line)

«L’accordo preliminare consente alla Banca di ridurre le richieste risarcitorie per un ammontare pari a 3.8 miliardi, offrendo un contributo rilevante alla soluzione del principale elemento di incertezza che grava sul bilancio della Banca» shadow. (Corriere Fiorentino)

Banca Mps di Siena, De Mossi sull'accordo con la fondazione: "La partita resta aperta"

La preoccupazione principale sotto questo profilo è, in primis la tutela dei livelli occupazionali e la certezza di futuro a tutti i dipendenti” “La definizione delle pendenze tra la Fondazione e la Banca tiene conto, responsabilmente, dei rischi connessi ad un’azione giudiziaria che presentava varie incognite. (RadioSienaTv)

Il mantenimento del rapporto con la città, la salvaguardia dei livelli occupazionali e la valorizzazione del patrimonio artistico della banca dovranno ora essere il faro necessario" Ogni discorso è rimandato a dopo gli stress test del 30 luglio, che daranno una fotografia più nitida sullo stato di stato di Mps. (LA NAZIONE)

E’ il messaggio che il sindaco Luigi De Mossi invia a proposito dell’accordo raggiunto fra Fondazione Mps e Banca Mps relativo all’acquisizione di Banca Antonveneta, all’aumento di capitale 2011 e agli aumenti di capitale 2014-2015, che porterà nelle casse di Palazzo Sansedoni 150 milioni di euro. (Corriere di Siena)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr