In tredici aggredite al Duomo "Abbiamo temuto di morire"

In tredici aggredite al Duomo Abbiamo temuto di morire
QUOTIDIANO NAZIONALE INTERNO

Gli assalti della notte di Capodanno in piazza Duomo sono stati portati avanti "con una carica di violenza così brutale che solo grazie all’intervento fortuito di alcuni soccorritori non ci sono state conseguenze ulteriori e più gravi".

Siamo così cascate, e mi sono ritrovata per terra, senza riuscire a rialzarmi e sentendomi soffocare, ho iniziato a pensare di morire.

Gli episodi di violenza di gruppo accertati, almeno cinque

Agli inquirenti sono arrivate altre due denunce e le ulteriori vittime sarebbero almeno quattro, oltre alle nove già accertate. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Ne parlano anche altri giornali

In questo senso non mi stupisce che alcuni degli aggressori di Milano siano venuti da Torino o da “fuori”: cercavano un diversivo» Le inchieste di polizia su Colonia hanno prodotto anche una revisione della strategia delle forze dell’ordine per gli eventi di massa. (Corriere della Sera)

Colpisce il fatto che, se a Colonia nel 2016 ad aggredire inermi ragazze erano stati perlopiù immigrati appena arrivati in Germania, a Milano gli indagati sono in maggioranza ragazzi di origine nordafricana ma nati o perlomeno cresciuti nel nostro Paese, sociologicamente italianissimi (La Repubblica)

In particolare, mi sentivo toccare da quelli dietro di me, mentre altri, posizionati davanti a me, mi davano le spalle, urlavano e mi respingevano», dichiara nelle testimonianza interrotta ogni qual volta scoppia a piangere. (Corriere della Sera)

Violenze sessuali a Capodanno, una delle vittime: “Diverse mani addosso, pensavo di morire”

Violenze capodanno: no Granelli, non va tutto bene L'assessore alla sicurezza e il post della notte di capodanno: "In piazza del Duomo nessun problema". Non potevano vederci quando eravamo a terra in mezzo al gruppo, ma poi, quando eravamo alle transenne, sì. (MilanoToday.it)

Violenze di Capodanno, il ragazzo in piazza: "Ho tentato di salvare la mia amica aggredita, mi hanno colpito" di Sandro De Riccardis , Luca De Vito. C'è un'altra vittima della follia del branco: un 18enne che è stato il primo a soccorrerle quando si accorge che vengono accerchiate dai "quaranta, cinquanta" che le aggrediscono (La Repubblica)

Per questi episodi sono stati, per il momento, arrestati un ragazzo di 21 anni di Torino e uno di 18 anni che vive a Milano. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr