Focolai di Covid tra i portuali: l'ingorgo dei porti cinesi rallenta il commercio mondiale

Focolai di Covid tra i portuali: l'ingorgo dei porti cinesi rallenta il commercio mondiale
The MediTelegraph ESTERI

Lo riferiscono i media internazionali segnalando in particolare il blocco dello Yantian International Container Terminals nel porto di Shenzhen, parzialmente chiuso alla fine di maggio e tuttora sottoposto a severe misure precauzionali.

Maersk, la più grande linea di container al mondo, ha affermato che l'attuale produttività nei terminal di Yantian è pari a circa il 30% dei livelli normali.

Le navi fanno scalo a Yantian ma la movimentazione dei container sta subendo seri ritardi, costringendole a soste fino a cinque giorni. (The MediTelegraph)

Ne parlano anche altri giornali

Lo riferiscono i media internazionali segnalando in particolare il blocco dello Yantian International Container Terminals nel porto di Shenzhen, parzialmente chiuso alla fine di maggio e tuttora sottoposto a severe misure precauzionali. (Imola Oggi)

Ingorgo di container nei porti cinesi per focolai di Covid-19 tra portuali. Una minaccia per il commercio globale. Condividi (Rai News)

Le navi fanno scalo a Yantian ma la movimentazione dei container sta subendo seri ritardi, costringendole a soste fino a cinque giorni. Decine di navi, in arrivo da tutto il mondo, sono da giorni in sosta davanti al porto di Yantian, nella Cina meridionale. (L'HuffPost)

Come a Suez, se non peggio

Cosa sta succedendo in Cina e quali rischi per il commercio globale? L’interruzione delle attività in alcuni porti cinesi rischia di costare ancora più caro al commercio mondiale, già in affanno. (Money.it)

Uno stop dovuto all'emergere di focolai di Covid-19 tra i lavoratori portuali: in particolare sono i contagi da variante Delta, l’ormai ex variante indiana, a preoccupare le autorità cinesi. Più in generale, casi di positività al Covid si registrano a Shenzhen, dove si trovano i porti strategici di Yantian e di Shekou, e a Guangzhou, dove c'è il porto di Nansha (Sky Tg24 )

«Il peggioramento del problema della congestione portuale della Cina meridionale è diventato l’ultimo grande problema per il settore delle spedizioni di container» spiega Andrew Lee, analista della banca d'investimenti Jefferies a Hong Kong. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr