Viaggio tra i fantasmi del Covid "Positivi ma col Green pass valido"

Viaggio tra i fantasmi del Covid Positivi ma col Green pass valido
il Resto del Carlino ESTERI

Mi sono confrontato con un’altra decina di persone nelle mie stesse condizioni, di gente che ora è uscita dalla quarantena ma a cui il green pass è rimasto valido".

Sanno di essere positivi perché hanno fatto un tampone rapido, ma aspettano da giorni una telefonata dall’Asur per il tampone molecolare e perché venga ‘certificato’ il loro isolamento.

E nel frattempo anche il Green pass resta valido. (il Resto del Carlino)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Non solo, secondo quanto ci riferisce, alcuni di loro (visto che non sarebbe stato esplicitamente indicato nella lettera Asl) hanno sbagliato il termine quarantena e hanno autonomamente fatto un sempice tampone in farmacia. (OK!Mugello )

«Sono da una settimana prigioniera in casa del Covid - avverte sconsolata. Non può uscire né prendere i mezzi pubblici. (ilmattino.it)

Due giorni fa, per curiosità e per noia, scarico l’applicazione del Ministero che consente di verificare la validità del prezioso green-pass e… sorpresa! Questa mattina ho contattato nuovamente il laboratorio e la situazione non è cambiata: sono bloccati, non possono inserire in piattaforma (Primonumero)

La famiglia in cui il Pass blocca chi è negativo e lascia liberi i positivi

Il 27 dicembre ho fatto un tampone in Parafarmacia, perché non stavo bene, il risultato è stato subito positivo (peraltro ho foto tampone, con data e luogo). Trovo tutto questo assurdo, non voglio rischiare la mia salute per un cavillo, sono pro vaccino ma lo voglio fare in sicurezza e nei termini giusti (IlPiacenza)

“Ho fatto il tampone a casa perché stavo male – spiega a Gds.it - avevo la febbre alta e non potevo uscire. In una situazione simile anche Ludovica che, nonostante il tampone fatto in casa, grazie all'aiuto del medico curante è riuscita ad inserirsi nel sistema di segnalazioni dell'Asp, tra i positivi. (Giornale di Sicilia)

Nel frattempo ha sostanzialmente rinunciato ai viaggi, a malincuore - soprattutto quelli di piacere, con il resto della famiglia. Il tono contiene semmai una punta di indignazione e di sorpresa, perché lui non è certo un «No Pass», o tanto meno un «No Vax». (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr