La scuola che cambia, dialoghi tra insegnanti

La Casa dell'Ambiente - Torino INTERNO

L’importanza di questa visione è certamente stata amplificata dalla pandemia che, dopo l’iniziale sconcerto e incertezza, ha comportato anche una rivalutazione del materiale informatico e delle competenze digitali acquisite dalla scuola e dai docenti.

In questo incontro, i protagonisti, insegnanti di ogni ordine e grado, hanno avuto l’occasione di confrontarsi sulle modalità di interazione con i propri studenti. (La Casa dell'Ambiente - Torino)

Su altri giornali

Valorizzare gli studenti anche per le piccole competenze acquisite in proiezione futura, ad esempio l’appropriatezza nel rispettare le regole della DAD e delle linee guida a scuola. Competenze, formazione, nuovi modelli di valutazione, autonomia, edifici, strutture, servizi al passo con i tempi. (Radio Più)

Il Ministero dell'Istruzione sta organizzando il rientro in classe a settembre e starebbe pensando a una data unica come primo giorno, esattamente come fatto l'anno scorso PRIMO GIORNO DI SCUOLA: DATA UNICA? (Studenti.it)

Paolo Vendramini, sindaco di Ponte nelle Alpi e insegnante, ha indirizzato alla cittadinanza per il tramite della stampa una «Lettera aperta sulla scuola del futuro». Il mio è unicamente un punto di vista con l’intento di sostenere la scuola e chi vi lavora (L'Amico del Popolo)

sottoscritto in data 15/07/2010 per il personale dell’Area V della dirigenza scolastica e C. Area Dirigenziale Istruzione e Ricerca sottoscritto in data 08/07/2019), alla luce anche dei 900 posti che sono vacanti (Orizzonte Scuola)

Con meno rose in campo infatti le società avrebbero modo di allestire squadre più competitive per lottare per i vari obiettivi. La Ligue 1 ha infatti approvato la riduzione delle squadre che parteciperanno al campionato da 20 a 18 a partire dalla stagione 2023/2024. (CIP)

Se da un lato l’idea della chiamata veloce nasceva dalla necessità di coprire i posti vacanti in province in cui le graduatorie esistenti erano esaurite, dall’altro vi era limite a del vincolo quinquennale a renderla irrealizzabile Più in particolare, i docenti a cui è consentito usufruire della chiamate veloce, possono presentare domanda di partecipazione per un’altra Regione, scegliendo una o più province di una sola Regione. (Oggi Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr