Caso Djokovic, il governo australiano ha deciso: cancellato il visto

Caso Djokovic, il governo australiano ha deciso: cancellato il visto
Per saperne di più:
Footballnews24.it SALUTE

Il governo si impegna in maniera importante a proteggere i confini dell’Australia e, in maniera particolare, in relazione alla pandemia dovuta al Covid-19″.

Il “caso Djokovic”. Djokovic si era presentato in Australia senza essere vaccinato, ma con un’esenzione medica, fin da subito bloccata dal governo australiano.

Anche in questo caso, però, potrebbe esserci una via d’uscita, in quanto Djokovic potrebbe essere riammesso già dal prossimo anno se la sua presenza in Australia dovesse essere considerata benefica ai fini dell’Australian Open e, quindi, per l’economia dello stato

Dal ricorso all’annullamento del visto per tre anni: tutti i possibili sviluppi. (Footballnews24.it)

Ne parlano anche altre testate

"Ammiro molto Djokovic - ha spiegato la 9 volte vincitrice di Wimbledon a 'Good Morning Britain' - e l'ho spesso difeso nei dibattiti, ma stavolta non mi trovo d'accordo con la sua scelta di non farsi vaccinare. (TennisItaliano.it)

Nei giorni successivi Djokovic era andato in Spagna e poi era partito per l’Australia con un volo via Dubai Il governo Morrison è fermamente impegnato a proteggere i confini dell’Australia, in particolare in relazione alla pandemia di Covid-19. (Cronache TV)

A quanto si è appreso rischia un bando di tre anni dall’Australia. L’annullamento del visto di Novak Djokovic – ha detto il primo ministro australiano Scott Morrison commentando la decisione – mira a proteggere il risultato dei “sacrifici” fatti dagli australiani durante la pandemia di Covid-19. (varesenews.it)

Caso Djokovic, altro no dal governo australiano: annullato di nuovo il visto

Il ministro australiano dell’Immigrazione, Alex Hawke, ha precisato in una nota che la decisione di annullare il visto concesso a Novak Djokovic è stata presa “per motivi di salute e di ordine pubblico”. (Voce di Napoli)

Se decidesse di usarla, Djokovic verrebbe espulso, e gli sarebbe vietato l’ingresso in Australia per i prossimi tre anni. Hawke di fatto è stato promosso ministro dell’Immigrazione a seguito di un rimpasto del governo australiano. (Dire)

Il governo Morrison è fermamente impegnato a proteggere i confini dell'Australia, in particolare in relazione alla pandemia di COVID-19" Nella notte italiana, infatti, c'è stato un colpo di scena: il governo australiano ha cancellato per la seconda volta il visto del serbo. (Il Pallone Gonfiato)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr