Toti chiede una zona gialla nazionale: "Governo trovi equilibrio tra diritto alla salute e al lavoro"

Toti chiede una zona gialla nazionale: Governo trovi equilibrio tra diritto alla salute e al lavoro
GenovaToday INTERNO

Toti chiede equilibrio tra diritto alla salute e al lavoro. “Spero che il governo Draghi cambi alcune cose che non funzionano relativamente alla gestione della pandemia.

Per Toti l’obiettivo del Governo dovrebbe essere “accelerare la campagna vaccinale” e “trovare più dosi da mandare alle Regioni”.

Chiediamo al governo uniformità e regole precise e speriamo che il governo Draghi trovi il giusto equilibrio tra il diritto alla salute e al lavoro”. (GenovaToday)

Su altri giornali

La settimana prossima sono attese ulteriori 30.830 dosi, 22.230 di vaccino Pfizer e 8600 di vaccino Moderna” È una buona notizia, vedremo il governo la prossima settimana quale indicazioni darà”. (SanremoNews.it)

Anticipare la comunicazione del cambio di zona che non può arrivare a ridosso del passaggio stesso, in modo da consentire ai cittadini di programmare la propria vita". Ecco cosa ho proposto: istituire una zona gialla nazionale, che preveda maggiori aperture, come ad esempio sport, palestre e piscine, spettacolo, consentire ai ristoranti di scegliere se aprire a pranzo o a cena, per dare a tutti l’opportunità di lavorare". (Adnkronos)

Attualmente la Liguria è in fascia arancione e rimarrà tale anche la prossima settimana. Pertanto, a legislazione vigente, siamo sufficientemente fiduciosi di tornare in gallo al termine della prossima settimana. (Riviera24)

Covid, Toti a Draghi: "Zona gialla nazionale e più aperture"

A seconda delle fonti consultate, la popolazione ligure over 80 conta tra le 155.000 (Istat) e le 170.000 (Anagrafe sanitaria regionale) persone: escludendo gli ospiti delle rsa e considerando un'adesione dell'85% alla campagna vaccinale, la Regione stima che dovranno essere immunizzati 136.000 over 80 entro la fine maggio, per cui sono necessarie 272.000 dosi. (La Repubblica)

È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute (LaPresse) – Con 9.630 casi a fronte di 170.672 tamponi processati nelle ultime 24 ore sale il tasso di positività al coronavirus: il dato odierno è del 5,6% contro il 5,3%. (LaPresse)

Per questo, come ha sottolineato il presidente della conferenza della Regioni, Stefano Bonaccini, "è necessario che i provvedimenti restrittivi regionali siano adottati con l'intesa del ministro della Salute". (UdineToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr