Vaccino Astrazeneca, via libera dell'Ema alla seconda dose per chi ha ricevuto la prima

Vaccino Astrazeneca, via libera dell'Ema alla seconda dose per chi ha ricevuto la prima
Gazzetta del Sud ECONOMIA

«L'esposizione e il tempo di follow-up non sono stati sufficienti per determinare se il rischio di coaguli di sangue con basse piastrine dopo una seconda dose differirà dal rischio dopo la prima dose.

Tuttavia, fino a 15 giorni dopo la somministrazione della seconda dose la protezione potrebbe essere incompleta

L'Ema (Agenzia europea per i medicinali) dà il via libera alla seconda dose del vaccino AstraZeneca: il comitato dell’Ema rassicura e raccomanda di continuare a somministrare la seconda dose di Vaxzevria, il vaccino AstraZeneca, tra 4 e 12 settimane dopo aver somministrato la prima in linea con le informazioni sul prodotto. (Gazzetta del Sud)

Su altri media

Si è messa una piccola dose di cautela in più nel mettere il limite d’età sulla prima dose” Per ora, fortunatamente, non c’è evidenza di effetti avversi con la seconda dose – ha precisato – Credo che ci siano tutti gli elementi per dire che viene confermata l’aderenza alle posizioni dell’Ema”. (Reportage online)

AstraZeneca già sospeso in Germania. L’uso del vaccino contro il coronavirus AstraZeneca è stato completamente sospeso in Germania il 15 marzo come misura precauzionale dopo le segnalazioni di effetti collaterali tromboembolici associati alla vaccinazione. (Imola Oggi)

Per questo l'Aifa raccomanda che la seconda dose dovrebbe essere somministrata idealmente nel corso della 12esima settimana (da 78 a 84 giorni) e comunque ad una distanza di almeno 10 settimane (63 giorni) dalla prima dose. (Today.it)

Vaccini over 70, da questo pomeriggio portale sempre aperto per prenotarsi

Secondo l'Istituto di immunologia e transfusiologia dell'Università di Greifswald, una risposta immunitaria al vaccino ha provocato la morte della 32enne. La causa del decesso della giovane è stata un'anomala coagulazione del sangue con emorragia cerebrale, hanno mostrato i risultati dell'autopsia. (Sputnik Italia)

Le persone con più di 70 anni, nate tra il 1941 e il 1951, che non hanno ancora compiuto 80 anni, possono ancora prenotare le 2mila dosi rimanenti sul portale regionale, che rimarrà aperto fino a esaurimento dei posti disponibili. (LA NAZIONE)

A partire dalle ore 18 di questo pomeriggio, venerdì 30 aprile, il portale regionale aprirà, infatti, le agende per prenotare le vaccinazioni nell’arco di tutto il mese di maggio e fino al 7 giugno. In Toscana vivono attualmente circa 410mila over 70, di questi sono già 223.158 le persone che hanno ricevuto la prima dose. (Il Giornale di Barga online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr