Il parroco di Prato arrestato per spaccio, parla il vescovo: «Da aprile sapevamo dei problemi con la droga: don Spagnesi era in cura»

Il parroco di Prato arrestato per spaccio, parla il vescovo: «Da aprile sapevamo dei problemi con la droga: don Spagnesi era in cura»
Più informazioni:
Open INTERNO

Quando il vescovo ha scoperto della tossicodipendenza di don Spagnesi gli ha imposto un cammino di riabilitazione psicoterapeutica con uno specialista.

I vertici della diocesi di Prato sapevano almeno dallo scorso aprile che don Francesco Spagnesi aveva problemi con la droga.

Problemi che però nessuno si sarebbe potuto immaginare riguardassero la dipendenza da stupefacenti: «Per molto tempo – ha detto il vescovo – era rimasto un disagio personale». (Open)

Ne parlano anche altre fonti

“Sono notizie che un padre e pastore non vorrebbe mai avere – afferma mons. Nerbini – e che colpiscono l’intera diocesi. Ad aprile, messo alle strette, don Francesco ha rivelato la causa della sofferenza, l’uso stabile di droghe. (Servizio Informazione Religiosa)

Vicinanza è stata infine espressa alla comunità parrocchiale di don Spagnesi: “Con loro condivido – parole di monsignor Nerbini – sofferenza e disagio” “Messo alle strette – si legge in un comunicato diffuso nel primo pomeriggio di oggi, martedì 14 settembre, a poche ore dalla notizia dell'arresto – don Francesco ha rivelato l'uso stabile di droghe ( leggi ). (notiziediprato.it)

«Tanto dolore e collaborazione con la Magistratura». Il vescovo Nerbini sull'arresto di don Spagnesi

Dolore e sgomento del vescovo Nerbini. «Dolore e sgomento»: il vescovo di Prato mons. Giovanni Nerbini esprime così il suo stato d’animo alla notizia dell’arresto ai domiciliari di don Francesco Spagnesi, ex parroco dell’Annunciazione alla Castellina. (Toscanaoggi.it)

«Dolore e sgomento»: il vescovo di Prato mons. Giovanni Nerbini esprime così il suo stato d’animo alla notizia dell’arresto ai domiciliari di don Francesco Spagnesi, ex parroco dell’Annunciazione alla Castellina. (tvprato.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr