Aerei: via procedure voli agevolati Sardegna da maggio 2022

Aerei: via procedure voli agevolati Sardegna da maggio 2022
Sky Tg24 ECONOMIA

I decreti - fa sapere il Ministero - stabiliscono nel dettaglio l'articolazione dei servizi che vanno assicurati, fissando frequenze minime, fasce orarie e capacità dell'offerta.

Nel caso in cui non giungano accettazioni dei servizi, il diritto di esercitare ciascuna delle rotte può essere concesso in via esclusiva, con il contributo pubblico, ad un unico vettore per due anni tramite gare pubbliche espletate dalla Regione Sardegna che pubblicherà i bandi sul proprio sito internet

Il 14 maggio del prossimo anno scadono, infatti, i termini dell'assegnazione del servizio a Volotea, l'attuale compagnia che garantisce la continuità territoriale con l'Isola. (Sky Tg24)

Ne parlano anche altre fonti

Visualizza il Decreto relativo ai collegamenti tra la Sardegna e Roma-Milano. Visualizza il Decreto relativo ai collegamenti tra la Sardegna e Bologna-Torino Il Ministro Giovannini ha firmato i decreti che stabiliscono le modalità dei servizi che devono essere garantiti. (Sardegna Reporter)

Questo perché il bando per la nuova continuità territoriale non è stato ancora pubblicato, e anche qualora lo fosse in questi giorni, si dovrà necessariamente attendere sei mesi per la sua chiusura”. “Ho chiesto al Presidente Solinas e all’assessore Todde – fa sapere il consigliere – di adottare qualsiasi iniziativa utile affinché la stagione turistica 2022 venga salvata (Sardegna Reporter)

Sardegna, avviate procedure per assegnazione servizi continuità territoriale dal 15 maggio 2022

Nelle rotte per Roma e Milano, invece, come è sempre stato si volerà ogni giorno: sette le frequenze giornaliere previste sul Cagliari-Roma a maggio, novembre e dicembre 2022, 6 da giugno a ottobre. È indicato anche il numero delle frequenze per ogni rotta nei decreti del ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, che avviano le procedure per l'assegnazione dei servizi in continuità aerea da e per la Sardegna a partire da maggio 2022. (La Nuova Sardegna)

Nel caso in cui non giungano accettazioni dei servizi, il diritto di esercitare ciascuna delle rotte può essere concesso in via esclusiva, con il contributo pubblico, ad un unico vettore per due anni tramite gare pubbliche espletate dalla Regione Sardegna che pubblicherà i bandi sul proprio sito internet In una prima fase è previsto che i vettori comunitari interessati a operare il servizio sulle rotte indicate e con le modalità fissate dai decreti possono presentare alla Regione Autonoma della Sardegna l’accettazione del servizio per ogni singola rotta senza contributo pubblico. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr