Decreto Draghi, no lockdown ma restano le zone: nelle rosse visite ai parenti vietate. E i contagi non calano

Decreto Draghi, no lockdown ma restano le zone: nelle rosse visite ai parenti vietate. E i contagi non calano
Leggo.it INTERNO

Nessun lockdown nazionale e nessuna zona arancione per tutti, almeno per ora.

RISTORANTI E TEATRI, CHI VUOLE RIAPRIRE. Fuori dalle stanze però Salvini insiste su nuove aperture. Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Febbraio 2021, 10:40

Cambio di strategia anche per la comunicazione: un portavoce per il Cts e maggiore moderazione nei toni.

Ma la prima decisione assunta dal governo Draghi - approvata ieri al termine di un'ora e mezza di consiglio dei Ministri - mostra una stretta rispetto alle precedenti misure di contenimento del virus. (Leggo.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Per quanto riguarda le visite ad amici e parenti, il decreto apporta delle modifiche alla normativa in vigore prima dell’approvazione. Decreto spostamenti: cosa cambia. Fino alla data di scadenza del provvedimento non sarà possibile recarsi in una regione diversa da quella di residenza se non per comprovate esigenze di salute, lavoro o necessità da dichiarare sull’autocertificazione. (Notizie.it )

Le seconde case. Genitori separati. Si possono raggiungere i figli minorenni "presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé". (Giornale di Sicilia)

Il vecchio decreto consentiva questo tipo di spostamenti all’interno della regione in zona gialla e nell’ambito comunale in quella arancione e rossa. Una scelta in linea con quanto sollecitato dagli scienziati che da tempo ripetono come il blocco degli spostamenti sia una delle chiavi per tentare di arginare il diffondersi delle varianti del virus. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Primo decreto Draghi: spostamenti, seconde case, alberghi. Le nuove regole

Diremo che serve la linea della prudenza, questo sì”. Roma, 23 feb. (LaPresse)

Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante l’informativa al Senato sull’emergenza Coronavirus Roma, 24 feb. (LaPresse)

La novità è che nelle zone rosse sono vietati gli spostamenti nelle abitazioni private. Seconde case, resta il sì. Seconde case. Palazzo Chigi ritiene che sia necessaria ancora molta prudenza. (Il Gazzettino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr