Vaccino Covid19, aperture straordinarie dei centri vaccinali a Trento sud e in Val di Fiemme e Fassa

Vaccino Covid19, aperture straordinarie dei centri vaccinali a Trento sud e in Val di Fiemme e Fassa
il Dolomiti SALUTE

L’accesso libero ai centri vaccinali sarà possibile solo nelle fasce orarie indicate, per non creare disagi a chi ha già un appuntamento fissato negli altri momenti della giornata.

Tornano anche in questo weekend le aperture straordinarie dei centri vaccinali a Trento sud e in Val di Fiemme e Fassa.

Per ridurre i tempi di permanenza nei centri vaccinali ricordiamo come sempre di presentarsi con la tessera sanitaria e i moduli per la vaccinazione già compilati (https://bit. (il Dolomiti)

Se ne è parlato anche su altre testate

Dove questa mattinaa troviamo non solo operai Fiat ma tanti altri lavoratori di altri comparti che hanno voluto esprimere solidarietà, vicinanza e partecipazione ad una protesta che, sottolineano in tanti di loro, va oltre il vaccino ma riguarda direttamente i diritti il diritto inviolabile al lavoro e la dignità dei lavoratori. (La Pressa)

Lo dice Massimo Magi, presidente della Fimmg, la federazione dei medici di base delle Marche, lui stesso medico di famiglia. di Pierfrancesco Curzi Green pass obbligatorio nei luoghi di lavoro, oltre alla farmacie prese d’assalto per i tamponi, c’è da registrare il tentativo, cercato da numerosi marchigiani, di essere esentati dal vaccino anti-Covid. (Il Resto del Carlino)

Per la somministrazione antinfluenzale - che è raccomandata e compatibile con la vaccinazione antiCovid - ci si potrà rivolgere al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta o contattando i servizi vaccinali delle aziende sanitarie (Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina - Asugi; Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale - Asufc; Azienda sanitaria Friuli Occidentale - Asfo). (Telefriuli)

Via alla terza dose: 1268 pazienti fragili l'hanno già ricevuta

Donne in gravidanza (gestita prioritariamente da ASST – consultori, reparto materno-infantile, ecc.). Verrà estesa, a partire dal 22 novembre, anche a: soggetti tra i 60-64 anni sani (gestita prioritariamente dai Medici di Medicina Generale). (malpensa24.it)

Intanto sono 2500 le terze dosi di vaccino anti Covid finora assicurate dalla Asl Bari a ospiti e operatori dei presidi residenziali per anziani. Sono state 2570 le iniezioni eseguite nelle ultime 24 ore, di cui 910 prime dosi, 1040 seconde, 620 terze (BariToday)

I giovani fino a 19 anni vaccinati con la prima dose sono il 78 per cento degli aventi diritto mentre ha completato il ciclo vaccinale il 69 per cento. (BarlettaViva)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr