Mamma di 22 anni muore sul lavoro intrappolata da un macchinario

Mamma di 22 anni muore sul lavoro intrappolata da un macchinario
Soverato Web INTERNO

Non è ancora chiaro il motivo ma a un certo punto Luana è rimasta incastrata dal macchinario ed è stata trascinata verso un rullo industriale.

È morta così, la mattina del 3 maggio, Luana D’Orazio, 22 anni.

Si trovava davanti a un orditoio, un macchinario che sbroglia i fili e li ordina prima della lavorazione.

In occasione del 1° maggio l’Associazione nazionale lavoratori mutilati e invalidi del lavoro (Anmil) aveva pubblicato un conteggio sui morti sul lavoro nel 2021

Le dinamiche dell’incidente, in ogni caso, vanno ancora chiarite. (Soverato Web)

La notizia riportata su altri giornali

Sul registro delle notizie di reato, insieme alla titolare della ditta, l’orditura Luana con sede in via Garigliano a Oste di Montemurlo, è stato iscritto anche l’addetto alla manutenzione del macchinario. (notiziediprato.it)

Una vita, quella della ventiduenne Luana D’Orazio, spezza l’ingannevole dibattito a cui è stato inchiodato quest’anno il primo maggio italiano. Per il nostro, per quello di tutti coloro che sono discriminati, per quello del bimbo di Luana (Il Sussidiario.net)

Luana aveva partecipato come comparsa al film "Se son rose", del 2018, diretto e interpretato da Leonardo Pieraccioni. La tragedia è grande, non solo per me, anche per la titolare della ditta, che si chiama Luana, come mia figlia. (notiziediprato.it)

Tragedia in fabbrica, Luana muore a 23 anni mentre era a lavoro: era da poco diventata mamma

Secondo le prime ricostruzioni la giovane sarebbe rimasta intrappolata in un macchinario, un orditoio, dopo essere stata trascinata dal rullo. Tragedia sul lavoro: muore ragazza di 22 anni. Secondo le prime ricostruzioni la giovane sarebbe rimasta intrappolata in un macchinario. (Papaboys 3.0)

La giovane mamma non si era persa d’animo nonostante la giovane età e per mantenere il bimbo aveva subito trovato occupazione in una piccola ditta della lavorazione tessile del distretto, vicino alla propria abitazione Quando l’orditoio è stato fermato non è rimasto niente altro da fare che estrarre i resti straziati e senza vita della giovane mamma. (Il Primato Nazionale)

Sul corpo della ragazza è stata disposta l’autopsia, mentre i carabinieri hanno sentito a lungo i colleghi di lavoro della giovane La giovane stava lavorando in un’azienda tessile di Agliana, in provincia di Pistoia, quando è stata straziata dal macchinario ed è morta sul colpo. (Teleclubitalia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr