Blog | Con Alfredino Rampi inizia la tv del dolore? C'è un elemento da considerare - Il Fatto Quotidiano

Blog | Con Alfredino Rampi inizia la tv del dolore? C'è un elemento da considerare - Il Fatto Quotidiano
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Anche quella era in un certo senso tv del dolore, spettacolo della sofferenza.

Vermicino dal punto di vista televisivo non fu un caso isolato.

E su questo occorre fare alcune puntualizzazioni per non dare credito a letture storiografiche un po’ sommarie.

I primi anni Ottanta sono gli anni in cui la diffusione dell’emittenza privata comincia a insidiare il primato del servizio pubblico

Pochi giorni prima di Vermicino c’era stato l’attentato al Papa e qualche mese prima quello a Ronald Reagan (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri giornali

Ormai non c’era più alcuna speranza, dopo 60 ore che quel bambino si trovava in fondo al pozzo, che fosse ancora vivo. La certezza di riuscire a salvare quel bambino infatti, si rivelò lentamente, ora dopo ora, una tragica illusione. (Tvblog)

La tragedia di Vermicino: la storia di Alfredino Rampi, il bimbo di 6 anni finito in fondo al pozzo

Il piccolo Alfredino Rampi. La passeggiata dalla quale Alfredino non tornerà a casa. Si chiamava Alfredo Rampi, ma per tutti fu subito Alfredino. La vicenda di Alfredino tenne per tre giorni tutto il Paese col fiato sospeso (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr