Strage Erba: Olindo e Rosa arrivati in tribunale a Brescia

Strage Erba: Olindo e Rosa arrivati in tribunale a Brescia
Articolo Precedente

next
Articolo Successivo

next
Più informazioni:
Corriere della Sera INTERNO

Olindo Romano e Rosa Bazzi sono arrivati al palazzo di Giustizia di Brescia dove oggi è in programma la terza udienza per la decisione sulla revisione del processo per la strage di Erba. I giudici della seconda sezione penale della Corte d'appello di Brescia, presieduti da Antonio Minervini, sono chiamati a decidere se confermare la sentenza di condanna oppure dare il via a un nuovo processo, ammettendo le nuove prove presentate dalla difesa (avvocati Fabio Schembri, Nico D'Ascola, Luisa Bordeaux e Patrizia Morello) dei due coniugi condannati in via definitiva all'ergastolo per l'eccidio dell'11 dicembre 2006 a Erba, in provincia di Como. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altre testate

Partenza con mezz’ora di ritardo per l’udienza decisiva del processo di revisione della Strage di Erba, ma la Corte d’Appello è già in camera di consiglio e la sentenza è attesa dopo le 14. Nessuno, infatti, ha chiesto di replicare e i giudici si sono ritirati per decidere se riaprire o scrivere la parola «fine» sul processo per il massacro di Raffaella Castagna, del figlioletto di due anni Youssef, della nonna Paola Galli e della vicina di casa Valeria Cherubini, nel «condominio del Ghiaccio» del piccolo comune del Comasco, l’11 dicembre del 2006 (La Stampa)

Riaprire il processo, accogliendo una o più possibili prove, o confermare l'ergastolo. (IL GIORNO)

A riferire le parole di Olindo Romano e Rosa Bazzi sono i legali dei coniugi condannati per la strage di Erba del 2011. «Loro ci sperano davvero che possa accadere». (Corriere della Sera)

Strage Erba, Marzouk: "Spero che si riapra processo"

E’ attesa un’udienza cruciale davanti ai giudici della Corte d’appello di Brescia per l’istanza di revisione presentata da Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati per la strage di Erba dell’11 dicembre del 2006 e che causò quattro morti tra cui un bambino di due anni mentre una quinta persona riuscì a sopravvivere. (StrettoWeb)

A riferire le parole di Olindo Romano e Rosa Bazzi sono i legali dei coniugi condannati per la strage di Erba del 2011. All'uscita del palazzo di giustizia di Brescia, dove i giudici sono in camera di consiglio, l'avvocato Fabio Schembri, che difende i coniugi, ha spiegato che l'intenzione del pool di legali (insieme a Schembri vi sono gli avvocati Nico D'Ascola, Luisa Bordeaux e Patrizia Morello) l'obiettivo è "dimostrare i fatti che abbiamo rappresentato". (ilmessaggero.it)

Strage Erba, Marzouk: "Spero che si riapra processo" 10 luglio 2024 (Il Sole 24 ORE)