Bertolini: "La vittoria della Juventus Women sul campo del Wolrfsburg uno spartiacque per il movimento"

Bertolini: La vittoria della Juventus Women sul campo del Wolrfsburg uno spartiacque per il movimento
Tutto Juve SPORT

Dobbiamo sempre stare attenti alla scelta delle straniere, poche ma forti, in grado di far crescere il movimento per dare maggiore spazio alle nostre giovani”

La Juve ha mantenuto la propria identità, ha sofferto quando doveva, ma nei momenti di possesso palla ha dettato i tempi e mandato fuori giro le tedesche che non hanno trovato le giuste contromisure.

Sta crescendo, non è ancora ai livelli di Spagna, Germania e Inghilterra, ma il gap si sta attenuando. (Tutto Juve)

Ne parlano anche altre fonti

Dovrà essere una promozione per tutto il movimento, per rompere i pregiudizi e una mentalità che magari al sud è più presente E con il professionismo previsto dalla prossima stagione il gap potrebbe essere ulteriormente colmato: "Non vediamo l'ora che arrivi - ancora Bertolini -. (La Gazzetta dello Sport)

Altre due calciatrici azzurre dovranno lasciare il ritiro vista la loro positività al tampone: Giada Greggi e Martina Rosucci faranno rientro al proprio club di appartenenza" Continua l'emergenza Covid in casa Roma. (LAROMA24)

Al loro posto sono state chiamate Flaminia Simonetti e Norma Cinotti. Assente anche Valentina Cernoia per l’infortunio alla caviglia rimediato nella partita di Champions League contro il Wolfsburg. (Fiorentina.it)

Italia Femminile, Bertolini: "Con Svizzera e Romania ce la giochiamo per due soli posti"

Foto: Getty Rosucci Juventus. La Juventus, rischia di pagare il prezzo più alto: dopo Arianna Caruso, anche Martina Rosucci è risultata positiva al Covid e ha lasciato il ritiro della Nazionale per porsi in isolamento (SpazioJ)

Roma femminile, ansia Covid: Corelli e Bartoli positive. Ma oltre questo, il pensiero è sicuramente dovuto al fatto che ci potrebbero essere altre atlete positive, anche se fino al momento sono state ovviamente adottate tutte le misure di sicurezza. (Il Messaggero)

Attraverso la disponibilità da parte di tutte le giocatrici e attraverso l'organizzazione e la compattezza di squadra, tutte devono essere a disposizione l'una dell'altra. Ma continuiamo a giocarcela, con altre due squadre, per i primi due posti: adesso c'è la Svizzera, squadra forte, ma non dimentichiamo che anche la Romania è ancora in gioco. (Milan News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr